Materiali: controsoffittatura - Knauf
Knauf

Controsoffittatura

Knauf

Soluzioni all'avanguardia con forti capacità di abbattimento del rumore e di isolamento termico.

La nuova sede ACCA rientra nella categoria di edifici:
  • con continuativa presenza di personale (uffici open space)
  • ad alta variabilità di affollamento, con forti momenti di picco (sale riunioni, aree convegni)
  • ad alta rumorosità dedicate alle attività lavorative (call center, sale riunioni) o alla ricreazione e allo svago (palestra, piscina) con particolari esigenze di resistenza all’umidità;
  • ad alta intensità di utilizzo di terminali e altri dispositivi elettronici, con necessità di attutire il rumore delle tastiere e del personale occupante i locali open space e di assicurare la massima visibilità degli schermi LCD eliminando al massimo riflessi, flussi di luce focalizzata e forti variazioni luminose (luce/ombra) per realizzare ambienti che garantiscano il massimo confort operativo.
Knauf ha offerto soluzioni per la realizzazione di solai con controsoffittatura idonea ad ospitare i numerosi condotti e assicurare:
  • l'insonorizzazione interna (abbattimento del rumore prodotto internamente ai locali)
  • l'insonorizzazione esterna (abbattimento del rumore esterno e particolarmente dai locali attigui e del livello superiore
  • il miglioramento della diffusione della luce naturale esterna e della luce artificiale interna
  • il rispetto di tutte le norme di sicurezza e funzionalità tecnica, resistenza al fuoco, eccetera.
Per raggiungere gli obiettivi sopra descritti è stata realizzata una controsoffittatura con forti capacità di abbattimento del rumore e di isolamento termico.
Le aree ispezionabili, attraverso le quali è stato predisposto il passaggio delle numerose condutture interne dei vari impianti è stata realizzata con pannelli grigliati in alluminio preverniciato dim. 600X600 mm. h.40 mm base 15 maglia 75x75 o 50x50 in alluminio preverniciato bianco, con taglio per posa su profilo portante a “T” 15. Nella parte superiore sono stati applicati, a seconda delle esigenze specifiche, pannelli AMF Thermatex Alpha One Acoustic Range o in metacrilato compatto opale.

Altre aree ispezionabili sono state controsoffittate con pannelli in gesso alleggerito non verniciati Knauf Giotto 600x600 mm sp.15 mm dim. 600x600 mm, struttura a vista portante a “T”e angolari perimetrali a “L” di colore bianco sospeso al solaio con piedini e molle di regolazione

L’area senza necessità di ispezione è stata controsoffittata con pannelli con fibra minerale biosolubile secondo la nuova normativa europea N° 97/69 EG Nota Q, nobilitato con velo acustico dotato di ampia permeabilità al suono; in particolare sono stati usati
  • AMF Thermatex Alpha One Acoustic Range dim.600 x 600 mm con orditura di sostegno seminascosta, secondo nuova normativa europea N. 13501-2, spessore mm 24.
  • AMF Thermatex Alpha Silver Acoustic Range colore argento dim.600 x 600 con orditura di sostegno a vista silver, secondo nuova normativa europea N. 13501-2, spessore mm 19.
Alcuni pannelli sono stati accoppiati sulla superficie a vista con PVC su base alluminio, tipo AMF Thermaclean-s bianco dim.600 x 600 con orditura di sostegno a vista, secondo nuova normativa europea N. 13501-2, spessore mm 15.

I pannelli usati assicurano un assorbimento acustico medio pari a NRC = 0,90 ed αW = 0,90 secondo EN ISO 354 (classe di assorbimento acustico A altamente assorbente secondo EN ISO 11654) e un isolamento acustico longitudinale pari a D n,c,w = 26 dB secondo EN 20140-9.
La scelta dei pannelli per controsoffitti AMF si spiega con la certificazione TÜV di cui godono, che ne attesta la produzione in conformità del sistema di controllo di qualità a norma ISO 9001 e l’idoneità per un sistema di gestione ambientale secondo la norma ISO 14001. I leganti sono a base naturale e senza formaldeide aggiunta e inoltre, a partire dal 3.12.2009, i pannelli per controsoffitti THERMATEX di AMF hanno ottenuto il prestigioso marchio ambientale Angelo Blu a garanzia di basse emissioni a protezione della salute.

Un altro problema risolto con i prodotti Knauf è quello legato all’umidità ambientale, non limitato solo ad ambienti specifici come la palestra o la piscina ma esteso a tutta la struttura a causa del forte isolamento che la caratterizza, dalla presenza del personale, dagli scambi termici legati alla presenza degli impianti, dai giardini pensili sui tetti. Per risolvere questo problema sono stati usati pannelli idonei all’installazione in ambienti con tasso di umidità relativa dell’aria del 95%, la cui superficie di colore bianco assimilabile al RAL 9010 garantisce inoltre un grado di riflessione luminosa fino al 90%.

Il sistema di supporto è stato realizzato in lamiera di acciaio zincata e verniciata con profilo perimetrale a “L” e profili portanti e trasversali a “T” 24x38 mm fissati al soffitto mediante appositi sistemi di sospensione regolabili e adeguati alla profondità dell’intercapedine.

In altre aree è stato scelto di porre in opera una controsoffittatura interna con pannelli in gesso rivestito accoppiati sulla faccia a vista con pellicola ultrafine a base di carta di colore bianco tipo Danoline Belgravia Globe G1 dim.600x600 mm con orditura di sostegno seminascosta bordo E 4. L’orditura metallica è stata realizzata con profili perimetrali a “ T”in lamiera di acciaio zincata e preverniciata, fissati al solaio con tasselli, viti, pendini e ganci a molla regolabili
Estremamente tecnici questi tipi di soffitto realizzato con il sistema Danoline forato hanno consentito di ottenere eccezionali prestazioni di insonorizzazione degli ambienti interni grazie al velo insonorizzante, alla struttura a micro e macro pori tipica del gesso, al particolare feltro insonorizzante privo di fibre di vetro, alla conformazione e alla quantità dei fori..

Come sistema di supporto è stata realizzata una struttura in lamiera di acciaio zincata e verniciata costituita da profilo perimetrale a “L” e profili portanti e trasversali a “T” 24x38 mm fissati al soffitto mediante appositi sistemi di sospensione regolabili e adeguati alla profondità dell’intercapedine.

Infine, sono stati posti in opera cassonetti, velette a “I” e fasce di compensazione perimetrali realizzati con lastre di cartongesso Sp. 12,5 mm, complete di struttura in acciaio zincato, successiva sigillatura dei giunti e stuccatura delle viti.