Subappalto, nolo, cottimo, fornitura con posa in opera: tutti i chiarimenti e gli adempimenti

29/12/2010 | Lavori pubblici

   
Con la Legge n. 136/2010 il Governo ha approvato il "Piano straordinario contro le mafie, nonché la delega al Governo in materia di normativa antimafia". La nuova legge ha fornito lo spunto agli autori dell'articolo "I subaffidamenti e la nuova legge antimafia" pubblicato sul sito della Direzione Provinciale del Lavoro di Modena.

Gli autori dell’articolo effettuano un’approfondita analisi di tutte le tipologie di sub-affidamenti possibili:
  • subappalto
  • subappalto "a cascata"
  • Fornitura con posa in opera
  • nolo a freddo
  • nolo a caldo
  • cottimo
Per ciascuna tipologia sono illustrati i riferimenti normativi, le peculiarità, la corretta applicazione e anche alcuni possibili meccanismi utilizzati per aggirare la normativa.

L'articolo illustra inoltre gli obblighi del subappaltatore, le modalità di richiesta delle autorizzazioni e le sanzioni previste, concludendo con un approfondimento sugli obblighi introdotti dalla nuova normativa antimafia (L. 136/2010).
In particolare gli autori si soffermano su:
  • Tracciabilità dei flussi finanziari (art. 3)
  • Identificazione dei lavoratori (art. 5 -le tessere di riconoscimento degli addetti nei cantieri devono riportare anche la data di assunzione e, in caso di subappalto, la relativa autorizzazione)
  • Identificazione dei mezzi di trasporto nei cantieri (art. 4 - la bolla di consegna del materiale impiegato nei cantieri deve indicare il numero di targa e il nominativo del proprietario degli automezzi adibiti al trasporto)

Clicca qui per scaricare l’articolo "I SUBAFFIDAMENTI E LA NUOVA LEGGE ANTIMAFIA"
 


Inserisci un commento alla news


Ricerca
Cerca tra le notizie di BibLus-net Vai alla ricerca avanzata