Modalità di sigillatura della busta ed esclusione dalla gara d'appalto

07/04/2011 | Lavori pubblici

   
È legittima l'esclusione da una gara d'appalto di una società che abbia presentato l'offerta in una busta incollata e solo parzialmente chiusa, ove il bando stabilisca espressamente che le modalità di presentazione dell'offerta avvengano in busta chiusa e sigillata.
Lo ha stabilito il Consiglio di Stato che ha confermato la pronuncia del giudice di prime cure, precisando che:
  • le previsioni contenute nel bando costituiscono la “legge speciale” della gara e se inosservate danno luogo all'esclusione;
  • il termine “sigillare” indica la realizzazione di una chiusura tale da impedire ogni accesso o renderne evidenti eventuali tentativi, quindi va inteso in senso estensivo di utilizzo di “ogni mezzo fornito di opportuno contrassegno che abbia la funzione d’impedire l’eventuale manomissione o violazione di una chiusura”.

Di conseguenza, l'inosservanza delle modalità di sigillatura delle buste espressamente previste dalla lex specialis di gara, costituisce legittima causa di esclusione del concorrente.

Clicca qui per scaricare la Sentenza del Consiglio di Stato n. 1553 del 2011
 


Inserisci un commento alla news


Ricerca

Cerca tra le notizie di BibLus-net Vai alla ricerca avanzata