Nuovo Contratto Collettivo Nazionale degli studi professionali e riforma dell'apprendistato: vediamo le novità per i dipendenti di studi professionali

01/12/2011 | Approfondimenti tecnici

   
Il 30 novembre 2011 è stato siglato il nuovo contratto di lavoro per gli studi professionali.
La finalità è stata quella di dare strumenti flessibili per l'occupazione dei giovani nelle libere professioni.
Tra le principali novità:
  • disciplina del nuovo apprendistato;
  • valorizzazione della contrattazione di secondo livello;
  • possibilità di clausole compromissorie per affidare ad arbitri la risoluzione di controversie;
  • possibilità per i collaboratori a partita IVA di richiedere rimborsi per visite specialistiche, per spese relative ad asilo nido, assistenza socio-sanitaria a familiari anziani o disabili;
  • possibilità di job on call;
  • contratti a termine per gli universitari;
  • aumento medio mensile di 87,50 euro, che verrà corrisposto in 2 tranches.
Il nuovo Contratto Nazionale degli studi professionali mette in pratica la riforma dell’apprendistato, così come introdotta dal D.Lgs. 167/2011; nel contratto è prevista la possibilità di effettuare il praticantato anche attraverso rapporto di lavoro di apprendistato.

Clicca qui per scaricare il Contratto Collettivo
Clicca qui per scaricare il D.Lgls. 167/2011 (Testo Unico dell'Apprendistato)
 


Inserisci un commento alla news


Ricerca
Cerca tra le notizie di BibLus-net Vai alla ricerca avanzata