DIA, l’Amministrazione ha solo potere di controllo

19/05/2003 | Opere edili

   
Una recente articolata sentenza del TAR Liguria ci dà l’occasione per evidenziare alcuni aspetti della Denuncia di Inizio di Attività.
Sulle DIA presentate l’Amministrazione ha l’unico compito di accertare la sussistenza dei “prescritti requisiti e presupposti normativi” entro il termine previsto per legge (20 giorni ai sensi della L. 662/1996), affinché il denunciante possa avviare le attività preannunciate.
Nel caso in cui l’accertamento dell’Amministrazione abbia esito negativo, e solo in quello, ad essa spetterà emettere un ordine motivato di non effettuare le previste trasformazioni, da notificare sempre nel termine anzidetto.
In virtù di quanto detto, secondo il TAR ligure, contro le DIA i terzi che si sentono danneggiati dalle opere a realizzarsi, non possono presentare ricorso in sede giurisdizionale amministrativa; la DIA infatti, a differenza ad esempio della concessione edilizia, non configura un atto dell’Amministrazione.
Documento Dimensione Formato
Sentenza n.113/2003 T.A.R. Liguria 304 Kb ACCAreader
Attenzione: Per la visualizzazione del file in formato ACCAreader si richiede la presenza sul sistema di: ACCAreader ver. 5.00
Clicca sull' immagine per effettuare gratuitamente il download del programma.

 


Inserisci un commento alla news


Ricerca

Cerca tra le notizie di BibLus-net Vai alla ricerca avanzata