Abruzzo: al via il recupero dei sottotetti ai fini residenziali

18/03/2011 | Opere edili

   
Il Consiglio della Regione Abruzzo ha approvato, con provvedimento n. 71/3 del 8.3.2011, la legge che consente il recupero residenziale dei sottotetti esistenti.
In particolare, le condizioni necessarie al fine del recupero sono le seguenti:
  • l'edificio in cui è ubicato il sottotetto deve essere conforme alle normative comunali e regionali vigenti o deve risultare sanato ai sensi della legge 28 febbraio 1985 n. 47;
  • l'altezza media ponderale deve essere almeno 2,40 m, calcolata in rapporto tra il volume complessivo e la superficie del sottotetto utilizzato ai fini residenziali; in ogni caso l’altezza della parete minima non può essere inferiore a 1,40 m; (per gli edifici posti a quote superiori ai 1.000 m.s.l.m. l'altezza media è ridotta a 2,10 m e l’altezza della parete minima non può essere inferiore a 1,20 m);
  • i locali sottostanti siano destinati in tutto o in parte ad uso abitativo;
  • devono essere rispettate le norme sismiche ed igienico-sanitarie.

Gli spazi di altezza inferiore al minimo dovranno essere chiusi mediante opere murarie o arredi fissi; in corrispondenza di fonti di luce la chiusura di tali spazi non è prescritta.

E' consentito, eventualmente, anche l'abbassamento del solaio di calpestio del sottotetto per incrementare l'altezza media, a condizione che siano rispettate le norme igieniche e sanitarie, non siano areati i prospetti e risultino soddisfatti i minimi di agibilità dei locali sottostanti.
Al fine di garantire i corretti rapporti aero-illuminanti, è possibile realizzare l’apertura di porte, finestre, lucernari, a condizione che siano rispettati i caratteri architettonici e strutturali dell’edificio conformemente ai regolamenti edilizi comunali e nel rispetto dei vincoli imposti all’edificio.

Infine, il progetto di recupero dei sottotetti dovrà prevede opportune opere di isolamento termico ai fini del contenimento dei consumi energetici dell’intero fabbricato e dovrà essere conforme alle vigenti disposizioni in materia di rendimento energetico nell’edilizia.

Clicca qui per scaricare la Legge Regionale
 


Inserisci un commento alla news