Evasione fiscale e antiriciclaggio: arrivano i nuovi segnalatori per individuare i soggetti anomali, tra cui anche imprese e professionisti

26/04/2012 | Varie e brevi

   
L'UIF (Unità di Informazione Finanziaria), struttura nazionale della Banca d'Italia incaricata di prevenire e contrastare il riciclaggio, ha pubblicato una Comunicazione in cui afferma che l’evasione fiscale ha raggiunto livelli elevati in alcuni settori e che l’evasione costituisce spesso un reato presupposto di riciclaggio.
Tra i settori più coinvolti ci sarebbero l’edilizia in generale, la movimentazione terra, l’autotrasporto, il commercio di autoveicoli e prodotti tecnologici.

Nella Comunicazione sono presenti gli “schemi rappresentativi di comportamenti anomali” che dovranno essere utilizzati dagli intermediari (le banche) al fine di individuare soggetti, comportamenti, operazioni e condotte ritenuti sospetti, ossia riconducibili a fenomeni di evasione fiscale, ed effettuare le dovute segnalazioni.

In allegato a questa notizia riportiamo il testo della comunicazione con gli schemi che risulteranno utili anche agli addetti al settore dell’edilizia (imprese, professionisti e tecnici in generale) per valutare se il proprio profilo ricade tra quelli “sospetti”.

Clicca qui per scaricare la Comunicazione dell’UIF con gli schemi di comportamenti anomali
 


Inserisci un commento alla news


Ricerca

Cerca tra le notizie di BibLus-net Vai alla ricerca avanzata