31/05/2005 | Lavori pubblici

Il Ministero delle Infrastrutture comunica il saggio d'interesse per il ritardato pagamento nei Lavori Pubblici relativo al 2005

   
Il Capitolato Generale d'Appalto dei Lavori Pubblici (art. 30) prevede, in caso di ritardi imputabili alle Stazioni Appaltanti nei pagamenti alle imprese esecutrici, il riconoscimento a queste ultime di interessi di mora.
Il tasso di tali interessi moratori, come previsto dallo stesso Capitolato Generale, è determinato, con apposito provvedimento, dal Ministero delle Infrastrutture di concerto con il Ministero dell'Economia.
Nella Gazzetta Ufficiale n. 91 del 20 aprile 2005 è stato pubblicato il D. M. Infrastrutture 12 aprile 2005, con il quale la nuova misura degli interessi moratori prevista dal comma 4 del citato art. 30 è fissata al 7,125%, per il tutto il 2005.
BibLus-net ricorda che tale saggio di interesse deve utilizzarsi esclusivamente per calcolare gli interessi moratori dovuti alle imprese nei casi di ritardo nei pagamenti imputabili alla stazione appaltante; i crediti vantati dai Professionisti (nei confronti delle Stazioni Appaltanti e delle stesse imprese), invece, rientano nel campo di applicazione del Decereto Legislativo 231/2002.
Per i crediti professionali è previsto infatti il riconoscimento di interessi la cui misura è ottenuta sommando una aliquota prefissata (pari al 7%) ed una variabile determinata con cadenza semestrale dal Ministero dell'Economia ( 2,09% per il primo semestre 2005).
Documento Dimensione Formato
D.M. 12 aprile 2005 46 Kb ACCAreader
Tabella di riepilogo dei tassi di interesse previsti dal D.M. 145/2000 51 Kb ACCAreader
Attenzione: Per la visualizzazione del file in formato ACCAreader si richiede la presenza sul sistema di: ACCAreader ver. 5.00
Clicca sull' immagine per effettuare gratuitamente il download del programma.

 


Inserisci un commento alla news