Il Ministero delle Infrastrutture comunica il saggio d'interesse per il ritardato pagamento nei Lavori Pubblici relativo al 2005

31/05/2005 | Lavori pubblici

   
Il Capitolato Generale d'Appalto dei Lavori Pubblici (art. 30) prevede, in caso di ritardi imputabili alle Stazioni Appaltanti nei pagamenti alle imprese esecutrici, il riconoscimento a queste ultime di interessi di mora.
Il tasso di tali interessi moratori, come previsto dallo stesso Capitolato Generale, è determinato, con apposito provvedimento, dal Ministero delle Infrastrutture di concerto con il Ministero dell'Economia.
Nella Gazzetta Ufficiale n. 91 del 20 aprile 2005 è stato pubblicato il D. M. Infrastrutture 12 aprile 2005, con il quale la nuova misura degli interessi moratori prevista dal comma 4 del citato art. 30 è fissata al 7,125%, per il tutto il 2005.
BibLus-net ricorda che tale saggio di interesse deve utilizzarsi esclusivamente per calcolare gli interessi moratori dovuti alle imprese nei casi di ritardo nei pagamenti imputabili alla stazione appaltante; i crediti vantati dai Professionisti (nei confronti delle Stazioni Appaltanti e delle stesse imprese), invece, rientano nel campo di applicazione del Decereto Legislativo 231/2002.
Per i crediti professionali è previsto infatti il riconoscimento di interessi la cui misura è ottenuta sommando una aliquota prefissata (pari al 7%) ed una variabile determinata con cadenza semestrale dal Ministero dell'Economia ( 2,09% per il primo semestre 2005).
Documento Dimensione Formato
D.M. 12 aprile 2005 46 Kb ACCAreader
Tabella di riepilogo dei tassi di interesse previsti dal D.M. 145/2000 51 Kb ACCAreader
Attenzione: Per la visualizzazione del file in formato ACCAreader si richiede la presenza sul sistema di: ACCAreader ver. 5.00
Clicca sull' immagine per effettuare gratuitamente il download del programma.

 


Inserisci un commento alla news


Ricerca
Cerca tra le notizie di BibLus-net Vai alla ricerca avanzata