Modello SCIA alternativa al permesso di costruire- PDF editabile

Scarica Gratis il modello PDF editabile della nuova SCIA alternativa al permesso di costruire

La redazione di BibLus-net mette a tua disposizione l'utilissimo modello PDF editabile della SCIA alternativa al permesso di costruire (super SCIA) che puoi compilare, salvare e stampare liberamente e senza limiti.

Download gratisDopo aver scaricato il file è necessario aprirlo con Adobe Reader X o successivo. Non è possibile aprirlo direttamente dal browser. Se necessario, scarica la versione più aggiornata di Adobe.
SCIA alternativa - Modello PDF editabile

I nuovi moduli unificati standardizzati nazionali

La Conferenza Stato-Regioni, nella seduta del 4 maggio, ha adottato i nuovi moduli unificati standardizzati nazionali (pubblicati sulla Gazzetta ufficiale n. 128 del 5 giugno 2017).
Le amministrazioni comunali, alle quali sono rivolte domande, segnalazioni e comunicazioni, hanno l’obbligo di pubblicare sul loro sito istituzionale entro e non oltre il 30 giugno 2017 i moduli unificati e standardizzati, adattati, ove necessario, dalle Regioni in relazione alle specifiche normative regionali entro il 20 giugno 2017.

La nuova SCIA alternativa al permesso di costruire (super SCIA): quando usarla

La SCIA (segnalazione certificata inizio attività) è disciplinata dall’art. 23 del dpr 380/2001.

In alternativa al permesso di costruire, possono essere realizzati mediante segnalazione certificata di inizio di attività:
  • gli interventi di ristrutturazione edilizia che portino ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente e che comportino modifiche della volumetria complessiva degli edifici o dei prospetti, ovvero che, limitatamente agli immobili compresi nelle zone omogenee A, comportino mutamenti della destinazione d’uso, nonché gli interventi che comportino modificazioni della sagoma di immobili sottoposti a vincoli ai sensi del dlgs 42/2004
  • gli interventi di nuova costruzione o di ristrutturazione urbanistica qualora siano disciplinati da piani attuativi comunque denominati, ivi compresi gli accordi negoziali aventi valore di piano attuativo, che contengano precise disposizioni plano-volumetriche, tipologiche, formali e costruttive, la cui sussistenza sia stata esplicitamente dichiarata dal competente organo comunale in sede di approvazione degli stessi piani o di ricognizione di quelli vigenti; qualora i piani attuativi risultino approvati anteriormente all’entrata in vigore della legge 21 dicembre 2001, n. 443, il relativo atto di ricognizione deve avvenire entro trenta giorni dalla richiesta degli interessati; in mancanza si prescinde dall’atto di ricognizione, purché il progetto di costruzione venga accompagnato da apposita relazione tecnica nella quale venga asseverata l’esistenza di piani attuativi con le caratteristiche sopra menzionate
  • gli interventi di nuova costruzione qualora siano in diretta esecuzione di strumenti urbanistici gene-rali recanti precise disposizioni plano-volumetriche
Gli interventi da realizzare mediante SCIA alterativa sono soggetti a contributo di costruzione.

Il proprietario dell’immobile o chi abbia titolo per presentare la segnalazione certificata di inizio attività, almeno 30 giorni prima dell’effettivo inizio dei lavori, presenta allo sportello unico la segnalazione, accompagnata da una dettagliata relazione a firma di un progettista abilitato e dagli opportuni elaborati progettuali.

Il progettista deve asseverare la conformità delle opere da realizzare agli strumenti urbanistici approvati e non in contrasto con quelli adottati ed ai regolamenti edilizi vigenti, nonché il rispetto delle norme di sicurezza e di quelle igienico-sanitarie.

La segnalazione certificata di inizio attività è corredata dall’indicazione dell’impresa cui si intende affidare i lavori ed è sottoposta al termine massimo di efficacia pari a 3 anni. La realizzazione della parte non ultimata dell’intervento è subordinata a nuova segnalazione. L’interessato è comunque tenuto a comunicare allo sportello unico la data di ultimazione dei lavori.

Ultimato l’intervento, il progettista o un tecnico abilitato rilascia un certificato di collaudo finale, che va presentato allo sportello unico, con il quale si attesta la conformità dell’opera al progetto presentato con la segnalazione certificata di inizio attività.
Titolo Abilitativo CIL, CILA, SCIA, - Super SCIA, Permesso di Costuire

Tutti i modelli unici in un unico software: scopri la praticità di Praticus-TA per compilare e gestire CIL, CFL, CILA, SCIA, Super SCIA, SCIA per l'agibilità e PDC...

aggiornato al Decreto SCIA 2, pronto per i nuovi modelli unificati obbligatori dal 30 giugno 2017

Scopri di più