Software Comfort Termico e verifica CAM - TerMus-CTI
Software Comfort Termico - TerMus-CTI - ACCA software

Comfort termico secondo la UNI EN ISO 7730 e
i Criteri Ambientali Minimi (D.M. 11 gennaio 2017):
progetta un ambiente in cui stare veramente bene.

TerMus-CTI è il software professionale per la progettazione e la valutazione del comfort termico e del benessere termoigrometrico degli ambienti in base alla UNI EN ISO 7730 e ai Criteri Ambientali Minimi (D.M. 11 gennaio 2017).

Software Comfort Termico - TerMus-CTI

Benessere termoigrometrico: non solo un obbligo normativo, ma anche un elemento fondamentale nella valutazione della qualità del tuo progetto.

Creare spazi indoor che ci permettano di vivere a nostro agio è ormai un obiettivo progettuale di primaria importanza in ogni ambito.


Comfort termico edifici di pregio
Il comfort termoigrometrico di un ambiente è un elemento fondamentale della qualità percepita delle tue realizzazioni architettoniche.
La soddisfazione dei tuoi clienti si basa anche sul comfort e sulla qualità della vita garantiti dall'abitazione che hai progettato per loro.
Comfort termoigrometrico edifici pubblici CAM
Nella progettazione di scuole, ospedali, uffici e spazi pubblici il comfort termoigrometrico è un requisito di legge.
Per gli edifici pubblici di nuova costruzione, in ristrutturazione e manutenzione sei tenuto come progettista ad osservare specifici parametri (CAM) per la valutazione delle condizioni di comfort dei fruitori del servizio.

Con TerMus-CTI hai un software completo e professionale per valutare il comfort termico dei tuoi progetti

Analisi comfort termico - TerMus-CTI

Analisi degli indici di comfort termico PMV e PPD previsti dalla UNI EN ISO 7730

Calcolo del discomfort termico locale

Calcolo e valutazione del discomfort termico locale

Valutazione globale del comfort termico e classificazione secondo i Criteri Ambientali Minimi

Valutazione globale del comfort termico e classificazione secondo i CAM

Il comfort termico secondo i Criteri Ambientali Minimi

Il comfort termico e i Criteri Ambientali Minimi

I Criteri Ambientali Minimi (CAM) definiti dal Decreto 11 gennaio 2017 prevedono - per gli edifici pubblici di nuova costruzione, in ristrutturazione e manutenzione - l'osservanza di specifici parametri per la valutazione del “comfort termoigrometrico dell’individuo" inteso come “la condizione mentale di soddisfazione nei confronti dell’ambiente termico”.
Nel dettaglio, “bisogna garantire condizioni conformi almeno alla classe B secondo la norma ISO 7730 in termini di PMV (Voto Medio Previsto) e di PPD (Percentuale Prevista di Insoddisfatti).
Comfort termico secondo il metodo di Fanger e la UNI EN ISO 7730

Calcolo e analisi degli indici di comfort termico PMV e PPD secondo il metodo di Fanger e la UNI EN ISO 7730

Per la valutazione del comfort termoigrometrico esistono diversi modelli basati sia su aspetti fisiologici e comportamentali che su analisi statistiche.
La norma UN EN ISO 7730 si basa sul modello di Fanger. Alla base di tale metodologia ci sono i seguenti assunti:
  • il corpo umano è un sistema termodinamico che scambia calore e lavoro con l'ambiente esterno
  • il comfort termoigrometrico dipende da fattori ambientali (temperatura, umidità, ecc.), fisiologici (sudorazione, respirazione, ecc.) e comportamentali (attività, vestiario, ecc.)
  • i fattori fisiologici sono fortemente correlati al metabolismo specifico, al rendimento meccanico e alla sensazione di comfort.
Sulla base di questi assunti, con il metodo di Fanger è possibile elaborare indici di benessere termico che esprimono le condizioni microclimatiche di un ambiente attraverso il giudizio dei soggetti presenti nell’ambiente termico ed il loro eventuale disagio termico:
  • il PMV (Voto Medio Previsto, ovvero la sensazione termica avvertita in un dato ambiente da un individuo dotato di media sensibilità)
  • i PPD (Percentuale Prevista di Insoddisfatti)
Il confronto tra i due indici consente al tecnico di fare una valutazione complessiva dell’ambiente termico interno e di considerare eventuali interventi per migliorare la sensazione di benessere nel caso in cui le condizioni siano peggiori rispetto a quelle limite definite dalla norma.
Analisi degli indici di comfort termico PMV e PPD

TerMus-CTI consente di ottenere gli indici di valutazione del benessere termico PMV e PPD per edifici con qualsiasi destinazione d'uso.
Grazie all'input guidato dei dati, all'archivio in dotazione, all'help in linea e alle funzioni di diagnostica, il software permette infatti di scomporre il fabbricato in uno o più ambienti termici tipo ed effettuare tutte le valutazioni del caso a partire dall'indicazione dei seguenti parametri:
  • Grandezze fisico-tecniche caratterizzanti le condizioni ambientali:
    • temperatura dell’aria
    • umidità relativa dell’aria
    • velocità dell’aria
    • temperatura media radiante
  • Grandezze tipiche del soggetto:
    • attività svolta
    • abbigliamento
  • Grandezze governate dal sistema di termoregolazione fisiologico:
    • temperatura superficiale dell’abbigliamento
    • potenza termica dispersa per traspirazione, sudorazione, respirazione, convezione e irraggiamento
Calcolo del discomfort termico locale

Calcolo del discomfort termico locale

Gli indici PMV e PPD indicano l'impatto dell'ambiente termico sul corpo umano nel suo complesso; tuttavia anche se il PMV prevede una neutralità termica in un ambiente, si può verificare una situazione di "discomfort" dovuta ad un indesiderato riscaldamento o raffreddamento localizzato in qualche parte del corpo (disagio locale).
Questo può dipendere da numerosi fattori (o elementi di discomfort) che TerMus-CTI consente di calcolare e valutare:
  • Corrente d'aria
  • Differenza verticale della temperatura dell'aria
  • Pavimenti caldi e freddi
  • Asimmetria radiante pareti
  • Asimmetria radiante soffitto
Classificazione degli ambienti termici

Valutazione globale estiva ed invernale del benessere termico locale e classificazione degli ambienti termici

Oltre la valutazione globale dell’ambiente termico e la valutazione dei disagi locali dell’ambiente termico, con TerMus-CTI ottieni:
  • la gestione e la valutazione estiva e invernale di ogni singolo ambiente termico
  • la classificazione dell’ambiente termico in base alla UNI EN ISO 7730
  • la classificazione dell’ambiente termico in base alla UNI EN 15251
  • il confronto delle valutazioni globali e delle valutazioni locali fra gli ambienti considerati
  • la rappresentazione grafica dei risultati
  • la classificazione dell’intero fabbricato
  • la verifica dei CAM nel caso di edifici pubblici

Input guidato dei dati

Con TerMus-CTI l'inserimento dei dati è guidato e ti consente di gestire tutte le informazioni necessarie al progetto:
  • Dati generali di Committente e Tecnico
  • Dati generali e dati catastali dell’edificio
  • Tipologia di intervento effettuato
  • Allegati da inserire a corredo della relazione
  • Personalizzazione dei documenti e delle testate

Archivi in dotazione

TerMus-CTI ha in dotazione gli archivi che supportano la fase di input e di valutazione:
  • Capi di vestiario (UNI EN ISO 7730)
  • Abbigliamenti (UNI EN ISO 7730)
  • Metabolismo (UNI EN ISO 7730)
Inoltre, è possibile generare un nuovo abbigliamento a partire dai capi di vestiario selezionati.

Progettazione assistita

TerMus-CTI ti consente di valutare il comfort termico in tempo reale perché l'aggiornamento dei dati è dinamico. Una funzione di diagnostica segnala eventuali incongruenze durante la progettazione ed errori di input. L'Help in linea indica in tempo reale tutti i dettagli delle procedure e i dati che non soddisfano i criteri di legge.

Relazione tecnica

TerMus-CTI consente di redigere automaticamente la Relazione Tecnica del sistema di comfort termoigrometrico, arricchita dai grafici relativi a:
  • confronti fra le valutazioni di differenti ambienti
  • grafico di PMV e PPD
  • classificazione dell’ambiente termico
  • scambio di calore tra corpo umano e ambiente
  • grafico discomfort
Gli elaborati prodotti sono esportabili anche in formato RTF e PDF, JPG per le immagini.

Assistenza tecnica gratuita

Un esperto è sempre a tua disposizione al telefono e on line per rispondere a tutte le tue domande e offrire assistenza qualificata per un uso ottimale del software.