Software Calcolo Compensi Professionali Gratis (DM 17/06/2016)

SCARICA GRATIS
Software Calcolo Parcelle e Compensi professionali

Cerchi un software più semplice e sicuro per calcolare i tuoi compensi professionali secondo il Codice appalti e il D.M. 17/06/2016? Con Compensus-LP FREE calcoli gratis per sempre i corrispettivi per le prestazioni di progettazione a norma di legge!

 

 

Il freeware ACCA per calcolare i corrispettivi per i servizi di ingegneria e architettura secondo il Codice appalti e le tabelle del D.M. 17/06/2016.

La soluzione ideale per:

  • per i RUP
    che devono determinare l'importo degli affidamenti di contratti di servizi attinenti all'ingegneria e all'architettura
  • per i Professionisti
    che devono calcolare il corrispettivo spettante per la prestazione professionale da eseguire per l’opera pubblica
Guarda il video

Software calcolo corrispettivi delle prestazioni di progettazione gratis - Compensu-LP FREE - ACCA software

Perché scegliere Compensus-LP FREE

  • Corrispettivi secondo i criteri fissati dal D.M. 17/06/2016

    Calcoli i corrispettivi secondo i criteri fissati dal D.M. 17/06/2016 e il Codice Appalti seguendo le indicazioni dei Consigli Nazionali di Ingegneri, Architetti e Geologi

  • Importazione da PriMus o PriMus-DCF

    Importi da PriMus o PriMus-DCF l’importo e la descrizione della parte d'opera (Categoria) a cui si riferisce la prestazione

  • Stampa Corrispettivo

    Stampi la determinazione di Corrispettivo tenendo conto anche di prestazioni a vacazione, spese forfettarie e oneri accessori.

Cosa puoi fare con Compensus-LP FRE

Compensus-LP

Compensus-LP FREE consente di:
  • calcolare i corrispettivi secondo i criteri fissati dal D.M. 17/06/2016 e dal Codice Appalti ai fini dell'individuazione dell'importo degli affidamenti di contratti di servizi attinenti all'ingegneria e all'architettura
  • stampare la Determinazione del Corrispettivo
Il corrispettivo è calcolato automaticamente dal software tenendo conto dei parametri stabiliti dal D.M. 17/06/2016:
  • parametro «V», dato dal costo delle singole categorie componenti l’opera
  • parametro «G», relativo alla complessità della prestazione
  • parametro «Q», relativo alla specificità della prestazione
  • parametro base «P», che si applica al costo economico delle singole categorie componenti l’opera
Il corrispettivo, così determinato, può essere ulteriormente dettagliato considerando:
  • prestazioni a vacazione;
  • spese forfettarie;
  • oneri accessori.

Compensus-LP FREE consente di importare da un documento di PriMus o del freeware PriMus-DCF l’importo e la descrizione della parte d'opera (Categoria) a cui si riferisce la prestazione. È possibile selezionare l’importo dell'intero computo o di una categoria specifica, oppure, visualizzandone i vari raggruppamenti, l’importo complessivo di una di esse. Si ottiene, così, la compilazione automatica del campo "Valore dell'opera" e la conseguente definizione del parametro base [P].

Le soluzioni ACCA per il calcolo di compensi e corrispettivi per prestazioni professionali

  Compensus PRO
SCOPRI L'OFFERTA
Compensus-LP PRO
SCOPRI L'OFFERTA
Compensus-LP FREE
SCARICA GRATIS
Calcolo Preventivi e Parcelle (D.M.140/2012)    
Calcolo Compensi per Lavori Pubblici (D.M. 17/06/2016)  
Gestione Offerte    
Archivio dei costi  
Importazione da PriMus e PriMus-DCF
Stampe  
Determinazione del corrispettivo  
Analisi dell'offerta    
Offerta    
Preventivo    
Consuntivo    
Contratto    

Prezzi e offerte

Compensi Lavori Privati

Compensus PRO

Preventivi e Parcelle
Compensi Lavori Privati

Compensus-LP PRO

Calcolo Compensi per Lavori Pubblici
BUNDLE
BUNDLE Compensi Lavori Pubblici-Privati

Compensus PRO +
Compensus-LP PRO

Calcolo Compensi per Lavori Pubblici e Privati

Cosa prevede il Codice Appalti

L'art. 24, comma 8, come modificato dal Correttivo, prevede che le stazioni appaltanti utilizzino le tabelle dei corrispettivi riportate dal D.M. 17/06/2016 quale base di riferimento ai fini dell'individuazione dell'importo dell'affidamento dei servizi di ingegneria e architettura.

D.M. 17/06/2016: parametri generali per la determinazione del compenso

Per la determinazione del compenso si applicano i seguenti parametri:

  • Parametro «V», dato dal costo delle singole categorie componenti l’opera
    Il parametro «V» definito quale costo delle singole categorie componenti l’opera, è individuato sulla base del preventivo di progetto, o sulla base del consuntivo lordo nelle fasi di direzione esecutiva e collaudo e, ove applicabili, sulla base dei criteri di cui alla tavola Z-1 allegata; per le prestazioni relative ad opere esistenti tale costo è corrispondente all’importo complessivo delle opere, esistenti e nuove, oggetto della prestazione.
  • Parametro «G», relativo alla complessità della prestazione
    Il parametro «G», relativo alla complessità della prestazione, è individuato per ciascuna categoria e destinazione funzionale sulla base dei criteri di cui alla tavola Z-1 allegata.
  • Parametro «Q», relativo alla specificità della prestazione
    Il parametro «Q», relativo alla specificità della prestazione, è individuato per ciascuna categoria d’opera nella tavola Z-2 allegata facente parte integrante del presente decreto.
  • Parametro base «P», che si applica al costo economico delle singole categorie componenti l’opera
    Il parametro base «P», applicato al costo delle singole categorie componenti l’opera sulla base dei criteri di cui alla Tavola Z-1 allegata, è dato dall’espressione: P=0,03+10/V0,4.
    Per importi delle singole categorie componenti l’opera inferiori a 25.000 euro, il parametro «P» non può superare il valore del parametro «P» corrispondente a tale importo.

Determinazione del compenso

Il compenso «CP» è determinato dalla sommatoria dei prodotti tra il costo delle singole categorie componenti l’opera «V», il parametro «G» corrispondente al grado di complessità delle prestazioni, il parametro «Q» corrispondente alla specificità della prestazione distinto in base alle singole categorie componenti l’opera e il parametro base «P», secondo l’espressione che segue:

CP= ∑(V×G×Q×P)

Spese e oneri accessori

L’importo delle spese e degli oneri accessori è stabilito in maniera forfettaria.
  • per opere di importo fino a euro 1.000.000 di euro è determinato in misura non superiore al 25% del compenso
  • per opere di importo pari o superiore a euro 25.000.000 euro è determinato in misura non superiore al 10 % del compenso
  • per opere di importo intermedio, in misura non superiore alla percentuale determinata per interpolazione lineare

Altre attività

Per la determinazione del corrispettivo a base di gara per prestazioni complementari non ricomprese nelle tavole allegate, si fa ricorso al criterio di analogia con le prestazioni comprese nella tavole allegate.
Per determinare i corrispettivi a base di gara per altre prestazioni non determinabili ai sensi del comma 1, si tiene conto dell’impegno del professionista e dell’importanza della prestazione, nonché del tempo impiegato, con riferimento ai seguenti valori:
  • professionista incaricato: euro/ora da 50,00 a 75,00
  • aiuto iscritto: euro/ora da 37,00 a 50,00
  • aiuto di concetto: euro/ora da 30,00 a 37,00

Specificazione delle prestazioni

Le prestazioni si articolano nelle seguenti fasi, come specificate nella tavola Z-2 allegata:
  • pianificazione e programmazione
  • attività propedeutiche alla progettazione
  • progettazione
  • direzione dell’esecuzione
  • verifiche e collaudi
Le prestazioni attengono alle seguenti categorie di opere, come specificate nella tavola Z-1 allegata:
  • edilizia
  • strutture
  • impianti
  • infrastrutture per la mobilità
  • idraulica
  • tecnologie della informazione e della comunicazione
  • paesaggio, ambiente, naturalizzazione, agroalimentare, zootecnica ruralità, foreste
  • territorio e urbanistica


Scarica il D.M. 17/06/2016
Vuoi più informazioni?

Vuoi più informazioni?