Piattaforma BIM (Collaboration Platform) - usBIM.platform - ACCA software

BIM Collaboration Platform

Piattaforma BIM (Collaboration Platform) - usBIM.platform

Hai mai avuto il controllo globale sui processi di progettazione,
esecuzione e manutenzione di una costruzione?

Con la nuova piattaforma collaborativa usBIM.platform ora puoi!

usBIM.platform è l’unica piattaforma collaborativa BIM italiana per il management costruita per rispondere al Codice Appalti e alle norme UNI 11337.

usBIM.platform soddisfa due esigenze fondamentali per il tuo lavoro:

Controllo globale
hai finalmente il controllo globale
di tutti i processi di costruzione
Codice Appalti
rispondi efficacemente ai nuovi obblighi
del Codice Appalti e del “Regolamento BIM

Con usBIM.platform puoi creare e gestire i modelli BIM di ogni disciplina (architettura, impianti, energia, strutture, cantiere e manutenzione) in un unico Ambiente di Condivisione dei Dati (ACDat) o Common Data Environment (CDE).

Ambiente di condivisione dei dati

usBIM.platform, la piattaforma progettata
per rispondere alla norma UNI 11337:2017

usBIM.platform è progettata e realizzata per rispondere ai requisiti espressi dalla norma UNI 11337:2017. In particolare la piattaforma collaborativa è dotata di:
  • tecnologie che garantiscono il corretto flusso informativo dei dati al fine di creare il modello BIM;
  • funzioni avanzate che permettono di ottemperare a quanto specificato nei Capitolati Informativi di bandi BIM redatti secondo le norme UNI.
L’ambiente di condivisione dei dati creato all’interno di usBIM.platform è completamente customizzabile in base agli schemi organizzativi previsti dalle documentazioni d’appalto.
Acdat
Fig. 1 - Esempio di possibile schema generale della struttura interna dell’ACDat da costruire con usBIM.platform

usBIM.platform è fruibile online da tutti i dispositivi (funziona su PC, portatile, smartphone o tablet) e permette l’utilizzo di formati aperti e proprietari per lo scambio delle informazioni.

La piattaforma usBIM.platform è aperta, perché basata sullo standard IFC di buildingSMART.
La certificazione buildingSMART è garanzia di una corretta creazione, gestione e condivisione di dati tra tutti i soggetti coinvolti indipendentemente dal software di authoring BIM, dal BIM tool o dal plug-in di BIM collaboration utilizzato.

I plus di usBIM.platform: GATE e freeMDD

usBIM.platform è stata progettata per ottenere il massimo supporto operativo per il committente del progetto che grazie a questa piattaforma può ottenere due obiettivi fondamentali meglio che con altre soluzioni tecnologiche.

Modello BIM navigabile
Modello BIM navigabile
in modo visuale direttamente da internet (freeMDD)
Controllo Step
Creazione e controllo di tutti gli step
della progettazione e dell’esecuzione dell’opera (GATE)

Con usBIM.platform il committente riesce ad avere un modello BIM navigabile in modo visuale direttamente da internet e a creare e controllare tutti gli step della progettazione e della esecuzione dell’opera che determinano la definizione progressiva del modello BIM.

I due plus della piattaforma che consentono di ottenere maggiore controllo e maggiore trasparenza del risultato...

FreeMDD
freeMDD (free Models, Documents and Data) per la conservazione e strutturazione di modelli, documenti e dati in formati aperti

freeMDD: modello BIM navigabile

La conservazione e strutturazione di Modelli, Documenti e Dati in formati aperti (free Models, Documents and Data) all’interno di usBIM.platform e le funzioni di navigabilità garantite dal plug-in usBIM.browser permettono di ottenere un modello BIM navigabile visivamente da internet.

La piattaforma stessa diventa un modello BIM navigabile da internet da cui si esplorano e gestiscono:
  • il modello IFC composto dalla federazione dei modelli ottenuti dai vari processi di progettazione ed esecuzione;
  • dati e documenti in formati aperti strutturati e linkati al modello o a suoi oggetti mediante funzioni specifiche della piattaforma.

GATE: creazione e controllo di tutti gli step

La costruzione di GATE, per la descrizione e l’attuazione di procedure di revisione/validazione della documentazione progettuale, permette di costruire dei GATE specifici, per ogni fase progettuale o di esecuzione, che rappresentano punti importanti per la definizione del modello BIM (per esempio le fasi di condivisione o di consegna dei modelli e degli elaborati).

I GATE, strutturati opportunamente, possono descrivere correttamente i requisiti espressi nel Capitolato Informativo favorendo il controllo e la relativa messa a disposizione delle versioni corrette della documentazione.
GateWorkflow
GateWorkflow per la revisione/validazione della documentazione progettuale

Vantaggi e funzioni generali di usBIM

L’ACDat di usBIM.platform ha specifiche funzioni di comunicazione e scambio documentale che garantiscono il corretto avanzamento del progetto ed è dotato di supporti per l’integrazione delle diverse discipline che aiutano i distinti team di progetto.
I benefici che derivano dall’adozione di usBIM.platform sono molteplici:
  • razionalizzazione e automazione dei processi e delle procedure;
  • tracciabilità delle informazioni e delle decisioni, evitando potenziali conflitti;
  • riduzione della ridondanza di dati, con conseguente riduzione dei rischi associati alla loro duplicazione;
  • comunicazione tra le parti interessate attraverso moduli e interfacce di riferimento (Richieste di Informazioni, Istanze, Corrispondenze, ecc.);
  • trasparenza informativa anche in tema di paternità e disponibilità temporale delle informazioni.
Tutti i vantaggi perseguibili con l’uso della piattaforma sono assicurati da tecnologie e funzionalità studiate per fornire uno strumento che si pone nelle posizioni di vertice del mercato:
  • ...
    accessibilità tramite procedura di login (utente e password) e accesso alle diverse Directory disponibili all’interno dell’ACDat regolamentato dal livello di accesso assegnato a ciascun soggetto (sola lettura, modifica, controllo completo e download);
  • ...
    assegnazione dei ruoli e delle responsabilità per consentire l’adozione del principio di Segregation of Duties (SoD) nell’ottica di tutela del patrimonio informativo, sicurezza delle informazioni, prevenzioni delle frodi ed errori;
  • ...
    workflow, per l’applicazione di processi e procedure di revisione/validazione della documentazione progettuale favorendo il controllo e la relativa messa a disposizione delle versioni più aggiornate della documentazione;
  • ...
    logging e audit, per tracciare le azioni effettuate e garantire l’evidenza della successione storica delle revisioni e delle modifiche apportate ai dati condivisi;
  • ...
    infrastruttura Cloud, scalabile, raggiungibile sempre e ovunque da tutti gli operatori con qualsiasi terminale;
  • IFC
    disponibilità di un visualizzatore IFC per la lettura dei file scambiati in formato standard IFC;
  • ...
    gestione delle comunicazioni e delle notifiche, sia interne all’ACDat che esterne (posta elettronica);
  • ...
    garanzia di riservatezza e sicurezza delle informazioni, gestite tramite protocollo https;
  • ...
    sistema automatico di backup dei dati per garantire il ripristino dei dati in caso di perdita parziale o totale degli stessi, dovute a eventi eccezionali (DisasterRecovery).
Inoltre, l’ACDat proposto è scalabile e garantisce interoperabilità con PriMus-PLATFORM, la prima Piattaforma elettronica per la direzione dei lavori che rispetta pienamente le indicazioni del nuovo Codice degli Appalti (D.Lgs. 50/2016), le Linee Guida ANAC e il Codice dell’Amministrazione Digitale (D.Lgs. 82/2005).




I plug-in che aiutano nell’avanzamento corretto
della progettazione BIM sulla piattaforma

La piattaforma BIM, oltre ad avere funzioni specifiche per la comunicazione e lo scambio documentale per il corretto avanzamento del progetto proprie dell’ACDat, è integrata con diversi plug-in che supportano i team di progetto nell’integrazione dei diversi aspetti progettuali. 

Tutti i membri del team potranno disporre di un visualizzatore IFC (usBIM.viewer+) per controllare il modello 3D del progetto o delle sue componenti. Sarà possibile visualizzare contestualmente le diverse componenti del progetto ai diversi livelli di definizione.

Per ciascun livello, e per le diverse componenti, si possono controllare eventuali conflitti (clashdetection e code checking con usBIM.clash o usBIM.code) generati da una non corretta integrazione delle componenti o da una mancata corrispondenza a corrette procedure o normative.

Funzioni specifiche di GANTT (usBIM.gantt) legato alla esecuzione dei vari oggetti e alle varie componenti progettuali permettono di controllare costantemente il BIM 4D (la dimensione temporale del modello) durante tutta la fase progettuale, così anche il tempo di esecuzione dell’opera diviene un criterio progettuale costantemente controllato e scelto.
IFC viewer
usBIM.viewer+, IFC converter+viewer per visualizzare, modificare o convertire file IFC da dwg ed altri format

Applicazioni desktop, mobile e browser
consentiranno interoperabilità sempre ed ovunque.

In particolare usBIM.browser, il primo BIM on line, consente di visualizzare e gestire tutti i dati, i documenti e i modelli in formato IFC che risiedono nell’ACDat direttamente on line.
usBIM.platform, quindi, può essere anche considerata la prima AcDat navigabile e gestibile direttamente in internet in maniera visuale.

La prima piattaforma elettronica BIM aperta:
chi, come e quando deve usarla secondo il Codice Appalti?

Le Stazioni Appaltanti potranno utilizzare la piattaforma per le nuove opere nonché per interventi di recupero, riqualificazione o varianti, così come richiesto dal nuovo Codice degli Appalti (art.23, comma 13), assicurando un livello di razionalizzazione nel flusso di avanzamento progettuale.

Naturalmente l’adozione di questi strumenti e metodologie BIM sono volte ad ottimizzare tutto il processo di progettazione ed esecuzione dell’opera pubblica e per questo dovranno essere utilizzate per ottenere risultati sempre migliori. usBIM.platform è una piattaforma interoperabile a mezzo di formati aperti, che non limita la concorrenza tra i fornitori di tecnologie e il coinvolgimento di specifiche progettualità tra i progettisti.
DIGITAL&BIM Italia - Bologna, 19-20 ottobre 2017
Vieni al DIGITAL&BIM Italia per vedere in inteprima il nuovo usBIM.

Chiedi il biglietto omaggio