Workshop

Il Workshop “Riattivare l’Altopiano del Laceno”, organizzato dal Dipartimento di Architettura dell’Università Federico II di Napoli in collaborazione con il comune di Bagnoli Irpino, con la partnership dell’Acca Software, e con il patrocinio di Confindustria Avellino e dell’Ordine degli Architetti di Avellino, concentrerà la propria attenzione sull’interazione architettura-natura-paesaggio, considerata come la risorsa principale su cui fondare le possibili strategie di riattivazione delle aree interne.

La scelta dell’area naturale del Laceno come area-studio si inquadra nell’ambito della Strategia Nazionale per le Aree Interne di cui il Progetto Pilota Alta Irpinia è una delle azioni in itinere. Quella dell’altopiano del Laceno è un’area in cui il paesaggio da sfondo diventa figura, in cui i sistemi insediativi rispondono in primo luogo alla geografia, che ha segnato l’infrastruttura primigenia: le vie dell’acqua.

La riattivazione dell’altopiano richiede innanzitutto un atto conoscitivo, capace di contemperare le risorse, i conflitti, le visioni, per innescare, con metodologie proprie della ricerca-azione, processi di ascolto degli attori locali e di partecipazione delle comunità, che hanno la necessità di riappropriarsi della bellezza del suo paesaggio straordinario.

Il workshop sarà condotto in collaborazione con lo studio PROAP di Lisbona, fondato da João Nunes, i cui architetti paesaggisti, Iñaki Zoilo e Marie Pierre Forsans, mostreranno esempi di analoghi processi in altre aree naturali e sistemi ambientali lacustri, ed affiancheranno l’incipit di un iter di ricerca e sperimentazione che, svolto in forma di laboratorio di laurea, impiegherà 20 progetti di tesi, tra lauree magistrali e triennali in architettura.

Il coordinamento scientifico del laboratorio di laurea è a cura di Adelina Picone, professore di Progettazione Architettonica e Urbana presso il Dipartimento di Architettura e coordinatore del Master Architettura e Progetto per le Aree Interne.

Ri_costruzione dei piccoli paesi dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, con la partecipazione di Ugo Morelli, professore di Scienze Cognitive e coordinatore del Master World Natural Heritage Management della Scuola per il Governo del Territorio e del Paesaggio della provincia di Trento e di Marina Rigillo, professore di Tecnologia Ambientale presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

PROGRAMMA
(Giovedì 13 giugno, ore 15.00 - Auditorium ACCA software)

coordina e modera
Adelina Picone - DIARC UNINA

saluti
Guido Cianciulli
ACCA software
Dimitri Dello Buono
Capo Gabinetto Presidenza del Consiglio regionale della Campania
Teresa Anna Di Capua
Sindaco di Bagnoli Irpino
Michelangelo Russo
Direttore del Dipartimento di Architettura UNINA
Erminio Petecca
Presidente Ordine Architetti Avellino
Giuseppe Bruno
Presidente Confindustria Avellino
Ciriaco De Mita
Presidente Progetto Pilota Città dell’Alta Irpinia

 

relazioni
Sarcire le fratture dell’osso
Adelina Picone - DIARC UNINA
L’architettura del paesaggio
Iñaki Zoilo e Marie Pierre Forsans - Studio PROAP
Paesaggio e vivibilità
Ugo Morelli - Master UNESCO World Natural Heritage Management
Verso il Contratto di Lago
Francesco Escalona - Architetto territorialista
Le politiche agrarie nella riattivazione dell’Altopiano del Laceno
Fabian Capitanio - Dipartimento di Agraria UNINA
Pianificare il turismo sostenibile, il progetto Ecosert
Marina Rigillo - DIARC UNINA

 

 

La partecipazione alla conferenza del 13 giugno (ore 15.00) prevede il riconoscimento di 4 CFP da parte dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori.
Ai fini dell'ottenimento dei crediti, entro il 12 giugno può essere effettuata l'iscrizione sulla piattaforma https://imateria.awn.it nella sezione "offerta formativa dal 01/01/2017 al 3/12/2019".

 

ISCRIVITI ALLA CONFERENZA DI APERTURA

 

Scarica il programma completo

 

Spiacenti, i posti disponibili sono esauriti