IFC e openBIM®


La scelta di chi vuole libertà di collaborazione e vera disponibilità dei dati

Scopri cos'è l'IFC, perché l'openBIM® rappresenta il futuro dell'edilizia e come ACCA software ti aiuta a vincere le nuove sfide della digitalizzazione di costruzioni e infrastrutture

Scopri di più
Cos'è l'IFC (Industry Foundation Classes)

Cos’è l’IFC (Industry Foundation Classes)?

L’IFC è un formato standard aperto per lo scambio di dati BIM e ha l'obiettivo di facilitare la collaborazione tra i diversi attori del settore edilizio.

Ciascun professionista, infatti, per lavorare su un progetto, ha la necessità di consultare e analizzare la geometria contenente i dati delle altre discipline coinvolte. Lo scopo del modello IFC è proprio quello di essere un riferimento per questi professionisti che lavorano con applicazioni diverse.

L’IFC è stato progettato da buildingSMART International® per sostenere l’interoperabilità tra le singole applicazioni che operano all’interno del settore delle costruzioni ed è registrato come standard internazionale ufficiale ISO 16739:2013.

E’ l'unico formato in grado di conservare in maniera inalterata informazioni come:

  • la geometria (quali muri, porte, solai, ecc.);
  • la topologia degli oggetti;
  • le proprietà dei materiali e delle prestazioni (energetiche, strutturali, ecc).

Usare un modello IFC risulta estremamente vantaggioso in quanto permette di:

  • evitare errori in fase di progettazione e favorire flussi di lavoro trasparenti ed aperti;
  • ridurre costi e tempi in fase di costruzione;
  • migliorare la gestione tecnica dell'edificio in fase di manutenzione;
  • gestire al meglio un'eventuale ristrutturazione futura o un ampliamento dell'edificio attraverso un'analisi rapida della struttura esistente sul modello IFC e una valutazione immediata di tutti i possibili miglioramenti.
Qual è il ruolo del formato IFC nel BIM

Qual è il ruolo del formato IFC nel BIM?

L’IFC (Industry Foundation Classes) gioca un ruolo chiave nella collaborazione e nell’interoperabilità che sono alla base di un processo BIM.

L’uso di formati file proprietari dà luogo a problematiche legate allo scambio di dati e al coordinamento tra team, mentre con l’utilizzo di un formato aperto come l’IFC è possibile superare questi limiti legati all'interoperabilità.

Questo perché l’IFC è un formato di file aperto e neutrale non controllato da alcun produttore specifico di software e può essere utilizzato per scambiare e condividere in maniera affidabile e sicura dati tra le varie applicazioni sviluppate da differenti software house.

La potenza dell’IFC, infatti, sta nella sua capacità di standardizzare le diverse componenti di un modello BIM e trasmetterle mantenendo intatte le logiche e le informazioni geometrico-documentali a esso connesse.

È proprio per queste ragioni che l’uso del formato aperto IFC diventa fondamentale per mettere in pratica in maniera ottimale la metodologia BIM ed è per questo scopo che nasce l’approccio OpenBIM.

openBIM

Cos'è l'openBIM®?

L’openBIM® è un approccio di lavoro promosso da BuildingSMART International e basato sull'interoperabilità e la collaborazione tra tutte le discipline specialistiche impegnate nella progettazione, realizzazione e messa in esercizio degli edifici.

L’obiettivo dell’openBIM è quello di estendere i benefici del BIM, abbattendo le barriere tecnologiche che impediscono a differenti professionisti di lavorare insieme e coordinarsi, e migliorare l’intero processo lungo tutto il ciclo di vita dell’opera.

La trasformazione digitale dell’intero mondo delle costruzioni è possibile solo attraverso l’openBIM® e processi standardizzati basati su formati aperti che migliorano l’accessibilità, l'usabilità e la gestione dei dati digitali e conseguentemente migliorano la qualità del lavoro.


BIM vs openBIM®: quali sono le differenze?
Come mettere in pratica l’IFC-openBIM | ACCA software
buildingSMART International ospite di ACCA software

Come mettere in pratica l’IFC-openBIM e avere la massima libertà di comunicare, condividere e collaborare

Per mettere in pratica l’approccio openBIM è indispensabile l’utilizzo di BIM authoring in grado di importare ed esportare file in formato IFC la cui operatività sia stata certificata da buildingSMART.

Grazie a questi software che supportano l’approccio open BIM è possibile centralizzare il dato e renderlo un mezzo di informazione accessibile a tutti gli stakeholders del settore delle costruzioni indipendentemente dal software usato.

E’ proprio questo aspetto a rendere l’openBIM® un approccio vincente.

ACCA software è da anni fortemente impegnata nello sviluppo di soluzioni per trasformare il BIM in openBIM®. È multinational member di buildingSMART International e può vantare:

  • il maggior numero di software certificati IFC da buildingSMART international al mondo
  • un BIM viewer gratuito con funzioni di modifica del modello BIM
  • la prima piattaforma openBIM certificata da buildingSMART International, un avanzato sistema integrato di applicazioni e funzionalità on line per gestire in BIM la digitalizzazione di costruzioni e infrastrutture
  • due vittorie e una finale agli AWARDS di buildingSMART international
  • la partecipazione attiva a diversi tavoli di standardizzazione di buildingSMART international

Scopri subito perché è importante passare all'openBIM®.

Vuoi più informazioni?

highlight_off

Vuoi più informazioni?

keyboard_arrow_up