Software Calcolo Conto Termico

Pratiche Conto Termico - Praticus-CT 2.0 - ACCA software

Vuoi un software per gestire le tue pratiche in sicurezza, calcolare subito gli incentivi e avere sempre la documentazione pronta e a portata di mano? Ecco il software che ti segue step-by-step!

Praticus-CT 2.0 è il software per il calcolo degli incentivi in Conto Termico e la compilazione della documentazione prevista dal D.M. 16 febbraio 2016 (CT 2.0)

La soluzione professionale per rendicontare i costi dell'investimento, l'impegno di spesa e l'entità dell'incentivo per gli interventi di efficientamento energetico. Una guida per avere sempre sotto controllo gli adempimenti da osservare e per istruire correttamente la pratica.

Guarda il video
Calcolo incentivi Conto Termico

Perché Praticus-CT 2.0

  • Calcolo incentivi Conto Termico - Praticus-CT 2.0 - ACCA software

    Calcolo incentivi Conto Termico 2.0 (D.M. 16/2/2016) per tutte le tipologie di intervento

  • Software compilazione guidata Conto Termico 2.0 - Praticus-CT 2.0 - ACCA software

    Procedura guidata e funzioni di diagnostica operativa

  • Libreria Catalogo apparecchi domestici (GSE) - Praticus-CT 2.0 - ACCA software

    Catalogo 2019 degli apparecchi domestici (GSE) prequalificati per gli interventi più piccoli

  • Documentazione PortalTermico - Praticus-CT 2.0 - ACCA software

    Compilazione automatica della documentazione da allegare alla domanda inviata al GSE tramite il PortalTermico

Cosa puoi fare con Praticus-CT 2.0

Calcolo degli incentivi Conto Termico 2.0

Calcolo degli incentivi Conto Termico 2.0 con procedura guidata

Praticus-CT 2.0 effettua in maniera semplice ed immediata il calcolo degli incentivi in conto termico, secondo il D.M. 16 febbraio 2016 (Nuovo Conto Termico 2.0) per tutte le tipologie di intervento di incremento dell'efficienza energetica degli edifici esistenti (riservato alle PA) e di produzione di energia termica da fonti rinnovabili e sistemi ad alta efficienza.

Il software, una volta definita la tipologia di soggetto responsabile (pubblica amministrazione, imprese o privati, direttamente o indirettamente tramite una ESCo), si autoconfigura e ti guida nella corretta gestione di tutto l'iter previsto dalla normativa dal calcolo dell'incentivo in conto termico alla corretta compilazione della documentazione da allegare su PortalTermico.

Inoltre, la diagnostica operativa di Praticus-CT 2.0 ti segue step by step e ti avvisa ad ogni modifica di dati con appositi alert di verifica la presenza di errori o se eventuali errori segnalati sono stati corretti.
Un vero e proprio consulente che interviene quando realmente serve.

Pratiche Conto Termico per tutte le tipologie di intervento

Pratiche Conto Termico per tutte le tipologie di intervento

Praticus-CT 2.0 effettua il calcolo degli incentivi in conto termico per tutte le tipologie di intervento previste dall'allegato 1 del D.M. 16 febbraio 2016 (Conto Termico 2.0).

Scegli la tipologia di intervento e con procedura guidata ottieni l'ammontare dell'incentivo totale, dell'incentivo totale massimo erogabile, dell'incentivo totale finale senza commissione GSE e l'erogazione unica con commissione GSE.

Di seguito, sono elencate le tipologie di intervento previste dalla norma e gestite da Praticus-CT 2.0.

  • Isolamento termico di superfici opache delimitanti il volume climatizzato (intervento 1.A - art. 4, comma 1, lettera a)
  • Sostituzione di chiusure trasparenti comprensive di infissi delimitanti il volume climatizzato (intervento 1.B - art. 4, comma 1, lettera b)
  • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con generatori di calore a condensazione (intervento 1.C - art. 4, comma 1, lettera c)
  • Installazione di sistemi di schermatura e/o ombreggiamento di chiusure trasparenti con esposizione da Est-Sud-Est a O, fissi o mobili, non trasportabili (intervento 1.D - art. 4, comma 1, lettera d)
  • Trasformazione "edifici a energia quasi zero (n-ZEB)" (intervento 1.E - art. 4, comma 1, lettera e)
  • Sostituzione di sistemi per l’illuminazione di interni e delle pertinenze esterne esistenti con sistemi di illuminazione efficienti (intervento 1.F - art. 4, comma 1, lettera f)
  • Installazione di tecnologie di gestione e controllo automatico (building automation) degli impianti termici ed elettrici ivi inclusa l’installazione di sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore (intervento 1.G - art. 4, comma 1, lettera g)
  • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale utilizzanti pompe di calore elettriche o a gas, anche geotermiche (intervento 2.A - art. 4, comma 2, lettera a)
  • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale o di riscaldamento delle serre esistenti e dei fabbricati rurali esistenti con generatori di calore alimentati da biomassa (intervento 2.B - art. 4, comma 2, lettera b)
  • Installazione di collettori solari termici, anche abbinati sistemi di solar cooling (intervento 2.C - art. 4, comma 2, lettera c)
  • Sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore (intervento 2.D - art. 4, comma 2, lettera d)
  • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con sistemi ibridi a pompa di calore con potenza termica utile nominale inferiore o uguale a 35 kW (intervento 2.E - art. 4, comma 2, lettera e)
Catalogo 2019 degli apparecchi domestici

Catalogo 2019 degli apparecchi domestici (GSE) pre-qualificati per gli interventi più piccoli

II Catalogo 2019 degli apparecchi domestici (GSE), presente nella libreria del software, contiene i prodotti idonei (con potenza termica fino a 35 kW e 50 m² per i collettori solari), per i quali si può usufruire di una procedura semiautomatica:

La scelta di questi elementi prequalificati semplifica la procedura per la richiesta degli incentivi in conto termico.

Catalogo 2019 degli apparecchi domestici

Compilazione automatica di modelli e documenti da allegare a PortalTermico

Praticus-CT 2.0 si autoconfigura e compila automaticamente solo i modelli e la documentazione strettamente necessaria da allegare alla domanda inviata al GSE tramite il PortalTermico.

Il software propone per la stampa solo la documentazione necessaria in funzione della tipologia di soggetto responsabile (pubblica amministrazione o privati, direttamente o indirettamente tramite una ESCo) e della modalità di accesso agli incentivi conto termico (accesso diretto o su prenotazione, solo per le PA).

  • Avvio lavori per l’accesso a preventivo
  • Modello di dichiarazione di avvio dei lavori (accesso a preventivo) (Modello 5)
  • Conclusione intervento/asseverazione del tecnico:
  • Modello di dichiarazione di conclusione dell’intervento (Modello 6)
  • Modello di asseverazione dell’intervento (Modello 7)
  • Delega a operare sul PortalTermico:
  • Modello di delega del Soggetto Responsabile al soggetto delegato (Modello 4)
  • Autorizzazione del proprietario dell’edificio/immobile:
  • Modello di autorizzazione del proprietario (Modello 8)
  • Modello di dichiarazione di rispondenza del contratto ai requisiti previsti dall’All. 8 del D.Lgs. 102/2014 (Modello 9)
  • Modello di dichiarazione di rispondenza del contratto ai requisiti previsti dall’All. II del D.Lgs. 115/2008 e da quanto disposto all’Art. 14, comma 2, del D.Lgs: 102/2014 (Modello 10)
  • Fatture e bonifici
  • Modello di dichiarazione delle spese sostenute (Modello 11)
  • Modello di dichiarazione di responsabilità solidale (Modello 12)
  • Modello di dichiarazione di effettuazione del pagamento ai fini del D.M. 16 febbraio 2016 (Modello 13)
  • Dichiarazione di provenienza delle risorse
  • Dichiarazione di rinuncia al meccanismo del mandato all’incasso
  • Modello Standard Mandato all'incasso

Schermate di esempio

  • Pratiche Conto Termico - Dati Generali
    Pratiche Conto Termico - Anagrafica impianti
  • Pratiche Conto Termico - Scheda tecnica impianto
    Pratiche Conto Termico - Catalogo Apparecchi
  • Pratiche Conto Termico - Rendicontazione Costi e Incentivo

Offerte e soluzioni correlate

Software Contabilizzazione Calore

TerMus-CRT

Contabilizzazione del Calore
Pratiche Conto Termico

Praticus-CT 2.0

Pratiche Conto Termico
Software Certificazione energetica

TerMus CE

Certificazione energetica

FAQ(guida rapida al Conto Termico 2.0)

Il Conto Termico incentiva interventi per l'incremento dell'efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili per impianti di piccole dimensioni.

 

Norme di riferimento

I beneficiari dell'agevolazione sono:

  • le Pubbliche amministrazioni
    Sono inclusi gli ex Istituti Autonomi Case Popolari, le cooperative di abitanti iscritte all'Albo nazionale delle società cooperative edilizie di abitazione e dei loro consorzi costituiti presso il Ministero dello Sviluppo Economico, nonché le società a patrimonio interamente pubblico e le società cooperative sociali iscritte nei rispettivi albi regionali.
  • le imprese e privati
    L'accesso ai meccanismi di incentivazione può essere richiesto direttamente da questi soggetti o tramite una ESCO: le Pubbliche amministrazioni dovranno sottoscrivere un contratto di prestazione energetica, i soggetti privati un contratto di servizio energia. Nello specifico, dal 19 luglio 2016 possono presentare richiesta di incentivazione al GSE solamente le ESCO in possesso della certificazione, in corso di validità, secondo la norma UNI CEI 11352.
PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
  • coibentazione (1.a)
  • infissi (1.b)
  • caldaie a condensazione (1.c)
  • sistemi di schermatura e/o ombreggiamento (1.d)
  • nzeb "edifici a energia quasi zero" (1.e)
  • sistemi efficienti di illuminazione (1.f)
  • building automation (1.g)
  • pompe di calore (2.a)
  • caldaie e stufe a biomasse (2.b)
  • solare termico (2.c)
  • scalda acqua a pompa di calore (2.d)
  • impianti ibridi a pompa di calore (2.e)

IMPRESE E PRIVATI

  • pompe di calore (2.a)
  • caldaie e stufe a biomasse (2.b)
  • solare termico (2.c)
  • scalda acqua a pompa di calore (2.d)
  • impianti ibridi a pompa di calore (2.e)

Il Conto Termico prevede incentivi che variano dal 40% al 65% della spesa sostenuta. 
Nello specifico:

  • fino al 65% per la demolizione e ricostruzione di edifici a energia quasi zero (nZEB);
  • fino al 40% per gli interventi di isolamento delle pareti e coperture, per la sostituzione di chiusure finestrate con altre più efficienti, per l'installazione di schermature solari, per la sostituzione dei corpi illuminanti, per l'installazione di tecnologie di building automation e per la sostituzione di caldaie tradizionali con caldaie a condensazione;
  • fino al 50% per gli interventi di isolamento termico nelle zone climatiche E/F e fino al 55% nel caso di isolamento termico e sostituzione delle chiusure finestrate, se abbinati ad altro impianto (caldaia a condensazione, pompe di calore, solare termico);
  • fino al 65% per la sostituzione di impianti tradizionali con impianti a pompe di calore, caldaie e apparecchi a biomassa, sistemi ibridi a pompe di calore e impianti solari termici.

Inoltre il Conto Termico è cumulabile con altri incentivi di natura non statale e nell'ambito degli interventi precedentemente indicati. Finanzia inoltre il 100% delle spese per la Diagnosi Energetica e per l'Attestato di Prestazione Energetica (APE) per le PA (e le ESCO che operano per loro conto) e il 50%per i soggetti privati e le cooperative di abitanti e quelle sociali.

Con riferimento alla pubblica amministrazione, il Conto Termico finanzia fino al 65% delle spese sostenute per gli interventi di manutenzione sull'involucro e sugli impianti degli edifici che ne incrementano l'efficienza energetica.
Tra gli interventi che permettono l'accesso agli incentivi sono inclusi:

  • il miglioramento dell'isolamento termico dell'involucro edilizio;
  • la sostituzione di infissi e pannelli vetrati con altri a minor dispersione termica e introduzione di schermature;
  • la sostituzione dei sistemi per l'illuminazione con sistemi più efficienti;
  • la sostituzione dei sistemi per la climatizzazione con tecnologie ad alta efficienza;
  • la produzione di energia termica da fonti rinnovabili;
  • l'introduzione di sistemi avanzati di controllo e gestione dell'illuminazione e della ventilazione.

Per la trasformazione di edifici esistenti in edifici a energia quasi zero (nZeb), il contributo arriva al 65% anche per eventuali spese di demolizione e adeguamento sismico. Il meccanismo copre in ogni caso il 100% dei costi della Diagnosi Energetica effettuata per determinare gli interventi da eseguire ed è cumulabile con altri finanziamenti pubblici (anche statali), a patto che la somma dei contributi pubblici non superi il 100% del costo degli interventi.

L’importo definitivo effettivamente riconosciuto è calcolato sulla base degli algoritmi previsti dal D.M. 16 febbraio 2016, applicati ai dati dichiarati dal Soggetto Responsabile esclusivamente attraverso il Portaltermico, e viene reso disponibile solo nella scheda contratto, a seguito dell’istruttoria tecnico-amministrativa effettuata dal GSE.

Per accedere agli incentivi, il Soggetto Responsabile è tenuto a presentare domanda al GSE esclusivamente tramite il Portaltermico.

Per accedere al Portaltermico è necessario registrarsi nell’area clienti del GSE.

L’accesso agli incentivi può avvenire attraverso due modalità:

  • tramite Accesso Diretto: la richiesta deve essere presentata entro 60 giorni dalla fine dei lavori.
    È previsto un iter semplificato per gli interventi riguardanti l'installazione di apparecchi di piccola taglia (per generatori fino a 35 kW e per sistemi solari fino a 50 m2) nel caso di installazione di componenti con caratteristiche garantite che sono contenuti nel Catalogo degli apparecchi domestici, pubblicato e aggiornato periodicamente dal GSE.
  • tramite Prenotazione: per gli interventi ancora da realizzare, esclusivamente nella titolarità delle PA o delle ESCO che operano per loro conto, è possibile prenotare l'incentivo prima ancora che l'intervento sia realizzato e ricevere un acconto delle spettanze all'avvio dei lavori, mentre il saldo degli importi dovuti sarà riconosciuto alla conclusione dei lavori, in analogia a quanto viene attuato per la modalità in Accesso Diretto. 
    Per la prenotazione dell'incentivo, le PA possono presentare una domanda a preventivo, trasmettendo al GSE uno dei seguenti set di documenti: 
    • una Diagnosi Energetica e un atto amministrativo attestante l'impegno alla realizzazione di almeno un intervento tra quelli indicati nella Diagnosi Energetica stessa;
    • un contratto di prestazione energetica stipulato tra la PA e una ESCO oppure copia del contratto stipulato per l'affidamento, a seguito di gara, del servizio energia pertinente all'intervento proposto;
    • un provvedimento o un atto amministrativo attestante l'avvenuta assegnazione dei lavori con il verbale di consegna dei lavori stessi. 

Praticus-CT 2.0 è la soluzione intelligente per gestire le pratiche per il Conto Termico 2.0. Il software offre una procedura guidata che, passo dopo passo, ti aiuta a:

  • definire la tipologia di soggetto responsabile (pubblica amministrazione, imprese o privati, direttamente o indirettamente tramite una ESCo)
  • indicare i dati dell'immobile e dell'impianto
  • definire le tipologie e le specifiche tecniche dell'intervento scelto
  • rendicontare i costi dell'investimento e l'impegno di spesa
  • calcolare l'entità dell'incentivo sulla base degli algoritmi previsti dal D.M. 16/02/2016
  • compilare la relazione tecnica e tutta la documentazione richiesta dal tipo di intervento scelto da allegare alla domanda

Praticus-CT 2.0 dispone già del Catalogo GSE degli apparecchi domestici prequalificati per i quali si può usufruire di una procedura semiautomatica.

Funzioni di diagnostica supportano la corretta compilazione della documentazione e ti consentono un controllo costante degli adempimenti da osservare.