Novità e aggiornamenti

Scegli FacTus ora,
hai 6 mesi di fatture elettroniche GRATIS!

Hai tutto il tempo di convincerti che FacTus è la soluzione migliore per te...

Versione

11.00(d)

8 aprile 2019

Fatture elettroniche verso soggetti NON residenti (Estero)

Con l’attuale release è possibile generare fatture elettroniche su committenti residenti all’estero; l’anagrafica del committente in FacTus ora consente di accogliere e dettagliare ulteriori informazioni (ad esempio, lo Stato estero di appartenenza).

Riepilogo bolli virtuali

Sulla scorta delle indicazioni fornite nell’ambito del Decreto Fiscale 2019, il Ministero dell’Economia e delle Finanze, attraverso il Comunicato n. 224 del 28 dicembre 2018, ha modificato tempistiche e modalità di pagamento dei bolli virtuali specificati in Fattura Elettronica; in questa release, FacTus consente di riepilogare gli importi secondo differenti periodicità.

Importazione e Visualizzazione Fatture Ricevute Elettroniche

Migliorato il protocollo di lettura dati da file XML rappresentativi di Fatture Elettroniche; in alcuni casi, la errata esposizione di importi nel file XML (proveniente da altri software) non metteva in condizione FacTus di visualizzare il file stesso.

Procedura di emissione “Step by step”

Ottimizzato il processo che, dalla generazione del file XML rappresentativo della fattura elettronica, giunge all’invio a mezzo PEC; ad ogni passaggio, viene sempre segnalato cosa si è fatto e cosa l’utente deve ancora fare.

Fatture ricevute elettroniche prive di totale documento

Può capitare che l’utente di FacTus possa ricevere Fatture Elettroniche (generate da altri software) prive del dato “Totale Documento” (facoltativo): con l’aggiornamento in questione, FacTus è sempre nella condizione di calcolare il Totale Documento ai fini di una corretta rappresentazione degli importi nei report/stampe del programma.

Versione

11.00(c)

30 gennaio 2019

Fatture Elettroniche ricevute

Con l'aggiornamento FacTus è in grado di importare diversi tipi di Fatture Elettroniche ricevute il cui formato, nella versione precedente, non era riconosciuto come un formato valido di Fattura Elettronica.

Report Fatture per Cliente/Fornitore

E' stato aggiornato il Report delle Fatture sulla finestra dei Clienti e Fornitori; ora vengono generati dei Report separati per Fatture Emesse e Ricevute (in precedenza tutte le Fatture confluivano in un unico Report).

Report Documenti Ricevuti

E' stato aggiunto il Report dei Documenti Ricevuti, con relativa Diagnostica, sia sulla finestra dell’Annualità che su quelle dei Documenti Ricevuti Cartacei ed Elettronici.

Versione

11.00(b)

28 dicembre 2018

Ottimizzazione dei processi di lettura ed acquisizione dei file XML delle fatture elettroniche ricevute

I file XML inviati dai vari fornitori, benché conformi agli standard ministeriali, possono assumere differenti attributi informatici che non sempre sono compatibili con i sistemi di lettura; l’intervento del Team Sviluppo di FacTus ha ampliato la capacità di lettura dei protocolli XML consentendo di visualizzare anche quei file che, in alcuni rari casi, potevano generare un errore.

Versione

11.00

10 dicembre 2018

Un software ancora più completo, con funzione avanzate per la fatturazione elettronica attiva e passiva e il backup sul CLOUD

Dal 1° gennaio 2019 il sistema di fatturazione elettronica, già presente verso la PA, sarà l’unico metodo di fatturazione accettato per le cessioni di beni e servizi sia tra le partite IVA (B2B) sia verso i privati (B2C).

In qualità di fornitore, dovrai essere in grado di inviare al cliente una fattura XML; in qualità di cliente, dovrai essere pronto a ricevere una fattura dello stesso formato e leggerla

Il nuovo FacTus risponde a questa nuova esigenza con funzioni avanzate per la gestione completa sia della fatturazione attiva (emissione fatture) che di quella passiva (ricevimento fatture del fornitore), che ti consentiranno la massima efficacia nel controllo dei flussi di cassa e nella programmazione di impegni ed investimenti.

Novità

Gestione della fatturazione attiva

FacTus ti consente di emettere fatture elettroniche in numero illimitato:

  • verso la pubblica amministrazione (PA)
  • verso i soggetti privati con partita iva (B2B)
  • verso i consumatori finali (B2C)

Il software ti segue passo dopo passo in tutte le fasi della fatturazione attiva (generazione del file XML, firma digitale, invio al SdI, conservazione sostitutiva).


Guarda il video

Conservazione sostitutiva
dei documenti emessi e ricevuti

FacTus consente l'archiviazione delle fatture elettroniche emesse e ricevute così come previsto dalle normative vigenti. Il software:

  • genera il pacchetto di archiviazione su cui deve essere apposta la firma digitale e la marca temporale (adempimento obbligatorio per la conservazione a norma di legge delle fatture elettroniche)
  • compila il manuale di conservazione richiesto dalla normativa partendo dal modello già contenuto nel software
  • applica la marca temporale al file del pacchetto di archiviazione generato

FacTus adotta lo standard UNI 11386:2010 (denominato Standard SINCRO) conforme al "Codice dell'amministrazione digitale" (D.Lgs. 82/2005) e approvato dalla Agenzia per l'Italia Digitale.


Guarda il video

Allegati alla fatturazione elettronica

FacTus consente di associare al file XML rappresentativo della fattura elettronica tutti gli allegati richiesti dalla committenza (documenti di supporto alla fatturazione). Al tempo stesso, consente di visualizzare e salvare gli allegati presenti sulle fatture ricevute.


Guarda il video

Invio delle fatture al tuo commercialista

Con la fatturazione elettronica non è più necessario stampare e consegnare al proprio commercialista faldoni di fatture emesse e ricevute.

I file XML gestiti con FacTus potranno essere trasmessi direttamente con il software al commercialista, che potrà così procedere all'inserimento in contabilità più velocemente e senza rischio di errori.


Guarda il video

Visualizzazione delle notifiche inviate dal Sistema di Interscambio

Con FacTus è possibile selezionare e visualizzare i messaggi inviati dal Sistema di Interscambio (Ricevute di Consegna, Notifiche di Scarto, ecc.) relativamente alle fatture elettroniche inviate e ricevute.


Guarda il video

Help Reminder e diagnostica

L'Help Reminder ti guida in tutti i passi del procedimento (emissione e controllo della Fattura elettronica, applicazione della Firma digitale, invio al Sistema di Interscambio, conservazione sostitutiva delle fatture emesse e ricevute, ecc.).

Gestione della fatturazione passiva

FacTus ti consente di visualizzare il contenuto delle fatture ricevute via e-mail dai fornitori in formato XML ed acquisirle direttamente sul tuo PC. Con FacTus:

  • carichi le fatture XML ricevute via e-mail dai fornitori
  • le importi direttamente sul tuo PC e le visualizzi
  • controlli facilmente le informazioni contenute
  • importi automaticamente i dati rilevanti contenuti nel documento ricevuto in uno specifico archivio per:
    • attività di controllo (come ad esempio ricerche su data, mittente) ed analisi dei dati
    • export e stampe

Come già accade per la fatturazione attiva, FacTus consente l’archiviazione elettronica e la successiva conservazione e la gestione di file firmati e l'estrapolazione degli eventuali allegati.

Grazie alla visualizzazione semplificata dei dati e agli strumenti di gestione, FacTus ti consente di avere sempre sotto controllo i flussi in entrata ed in uscita, per un costante monitoraggio della tua gestione contabile e quindi della tua attività.


Guarda il video

Backup, ripristino e conservazione su CLOUD

Per aumentare il tuo livello di sicurezza e proteggere i dati anche in caso di eventi disastrosi sul tuo computer, FacTus ti permette di mettere al sicuro le tue fatture facendo una copia di backup nella TUA area personale del CLOUD.


Guarda il video

Emissione di fatture cartacee (per i "regimi di vantaggio e forfettari") e "di cortesia"

Con FacTus compili con le stesse modalità anche le fatture cartacee che continuano ad essere valide per i soggetti che rientrano nei “regimi di vantaggio” e "forfettari".

Il software consente anche di emettere copie cartacee "di cortesia", utili nei casi di fatturazione nei confronti di consumatori finali (B2C).


Guarda il video

Gestione di serie separate

FacTus consente di gestire serie separate, ognuna con la propria numerazione, per l’emissione e la conservazione delle fatture secondo distinte nature:

  • verso Soggetti IVA
  • verso Soggetti NON IVA
  • verso Pubbliche Amministrazioni

e differenti tipologie:

  • cartacea
  • elettronica

Guarda il video
Versione

10.00

30 giugno 2018

Fatturazione elettronica B2B per le prestazioni rese da imprese e professionisti in qualità di subappaltatori

Dal 1° luglio 2018 la fatturazione elettronica è diventata obbligatoria anche per le prestazioni rese da imprese e professionisti in qualità di subappaltatori in contratti di appalto di lavori, servizi o forniture stipulati con un’amministrazione pubblica.

La nuova versione 10.00a consente di emettere sia fatture elettroniche dirette alla pubblica amministrazione (FatturaPA) che fatture elettroniche tra soggetti privati con partita iva (B2B) così come previsto dalla Legge di Bilancio 2018.

In particolare, ad estendere l'ambito di applicazione della fatturazione elettronica è l’articolo 1, comma 917, lettera b della legge 27 dicembre 2017, n. 205 (Legge di Bilancio 2018).

L’obbligo riguarda tutti i soggetti (imprese e professionisti) tenuti alla tracciabilità dei flussi finanziari di cui all’articolo 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136 che intervengono a qualunque titolo nel ciclo di realizzazione del contratto, anche con noli e forniture di beni e prestazioni di servizi, ivi compresi quelli di natura intellettuale, qualunque sia l’importo dei relativi contratti e subcontratti.

Versione

9.00

29 giugno 2017

Aggiornamento al D.L. 24 aprile 2017, n. 50 (Split Payment)

Dal 1° luglio 2017 lo Split Payment si applica anche alle fatture emesse dai professionisti verso la Pubblica Amministrazione.

Ad estendere l'ambito di applicazione dello Split Payment (Scissione dei pagamenti) è il D.L. 24 aprile 2017, n. 50 (la cosiddetta Manovra correttiva già convertita in legge e pubblicata in Gazzetta lo scorso 23 giugno).

Con la versione 9.00 FacTus permette di specificare in fattura sia la Ritenuta d'Acconto che lo Split Payment.

Si ricorda cje con il meccanismo dello Split Payment (Scissione dei pagamenti), il cedente del bene o il prestatore del servizio emette la fattura applicando normalmente l'IVA; diversamente, il Committente al momento del pagamento tratterrà l'imposta che avrà cura di versare direttamente all'Erario; quindi, il Fatturante riceverà la sola differenza tra il lordo fattura (già decurtata della ritenuta d'acconto) e l'IVA stessa.

Fino all'entrata in vigore della nuova norma, il DPR 673/1972 escludeva dallo "Split Payment" i compensi per prestazioni di servizi assoggettati a ritenute alla fonte a titolo di imposta sul reddito, ossia le parcelle dei professionisti: dal 1° luglio, invece, l'IVA sulle fatture presentate dai professionisti sarà versata all'Erario direttamente dalla Pubblica Amministrazione.

Altre novità

  • aggiornamento al nuovo tracciato XML (v.1.2) in vigore dal 9 gennaio 2017
  • conservazione sostitutiva delle Fatture Energy GSE a norma di legge