ACDat - Piattaforma collaborativa

acDAT - Piattaforma collaborativa

La piattaforma collaborativa BIM facile e per tutti

La soluzione per la gestione e la condivisione dei dati che risponde alle nuove norme e implementa le più avanzate tecnologie

usBIM.platform ONE è la piattaforma collaborativa BIM per la gestione di ambienti di condivisione dati (ACDat) o Common Data Environments (CDE).

È la piattaforma BIM facile e per tutti, la versione di usBIM.platform studiata appositamente per attuare il processo BIM anche in piccoli progetti e in organizzazioni di dimensioni ridotte.

Per ulteriori informazioni contattaci allo 0827 69504

usBIM.platform ONE non è un semplice cloud, è molto di più!

  • Progetti con metodologia e tecnologia BIM secondo le indicazioni del Codice degli Appalti (D.Lgs. 50/2016), del decreto BIM (D.M. 560/2017), delle norme UNI 11337 e PAS
  • Gestisci e organizzi i dati in cloud nel rispetto del codice di condotta CISPE, del GDPR e delle indicazioni europee in materia di privacy
  • Inviti altri tecnici sul tuo spazio di lavoro assegnando ruoli e permessi di accesso
  • Lavori on line, da browser, senza software stand alone, da dispositivi mobile e desktop
  • Salvi sulla piattaforma i file prodotti con qualsiasi software
  • Crei e gestisci il modello BIM con modelli 3D, documenti e dati
  • Visualizzi direttamente file in formato IFC, DWG, DXF, OBJ, SKP, 3DS, RVT, ecc.
  • Gestisci il computo dal web con collaborative working
  • Gestisci i piani di sicurezza dal web con collaborative working
  • Salvi i file dei tuoi elaborati direttamente dai software ACCA (Edificius, PriMus, CerTus, EdiLus, TerMus, ecc.)
  • Hai la traccia delle azioni compiute sul modello BIM e le revisioni dei documenti condivisi
  • Disponi di funzioni di backup automatico dei dati e disaster recovery
  • Organizzi i documenti e i dati del modello digitale (#TagBIM)
  • Puoi integrare code checking, clash detection e BIM 4D
  • Integri con documentazione aggiuntiva il modello digitale
  • Navighi da browser il modello BIM con le informazioni e i dati condivisi nell’ACDat
  • Gestisci, visualizzi e modifichi il modello BIM in formato IFC senza alcun software di Authoring BIM a pagamento

Gestisci in modo più efficiente il flusso di progettazione e hai un maggior controllo su processo e risultati

Con usBIM.platform ONE hai la possibilità di lavorare in modo più ordinato e veloce e di ottenere un risultato qualitativamente migliore, con meno errori e meno indeterminazioni.


usBIM.platform ONE ti garantisce:

  • creazione corretta del processo BIM su piattaforma aperta
  • infrastruttura cloud regolata da precisi sistemi di sicurezza per l’accesso, di tracciabilità e successione storica delle variazioni apportate ai contenuti informativi
  • accessibilità, secondo regole prestabilite, da parte dei vari attori coinvolti nel processo e definizione puntuale delle loro responsabilità
  • creazione dell’ACDat (Ambiente di Condivisione Dati) secondo le UNI 11337
  • creazione del CDE (Common Data Environment) secondo le PAS
  • rispondenza al Codice degli Appalti (D.Lgs. 50/2016)
  • rispondenza al decreto BIM (D.M. 560/2017)
  • operatività da browser senza software stand alone installato
  • compatibilità con mobile e desktop
  • accesso da qualsiasi luogo con semplice collegamento ad internet
  • backup automatico dei dati e disaster recovery
  • rispetto del codice di condotta CISPE, del GDPR e delle indicazioni europee in materia di privacy

Con usBIM.platform ONE, ad esempio, è possibile gestire in maniera automatizzata le revisioni dei documenti condivisi, ripristinare una versione precedente dell’elaborato o ritornare all’ultima condivisione.

Il risultato è una gestione automatizzata che garantisce la riduzione del numero di documenti condivisi in piattaforma e la diminuzione del rischio connesso alla loro duplicazione.

usBIM.platform ONE consente, inoltre, la tracciabilità delle azioni compiute e la loro successione storica grazie ad un sistema di logging ed auditing. Tutto è tracciato digitalmente e sarà sempre semplice sapere chi ha svolto una determinata attività e quando lo ha fatto.

acDAT - Visualizzazione modello su browser

Visualizzazione su browser del modello IFC

Rispondi alle nuove normative, implementi le tecnologie più avanzate e passi al BIM in modo facile e accessibile

usBIM.platform ONE rispetta le caratteristiche funzionali individuate dal Codice degli Appalti (D.Lgs. 50/2016), dal decreto BIM (D.M. 560/2017), dalle norme UNI 11337 e dalle PAS per realizzare correttamente un processo BIM su piattaforma aperta.


usBIM.platform ONE - in conformità a quanto richiesto dalla parte 5 delle norme UNI 11337 - garantisce:

  • un ambiente digitale per la raccolta e la condivisione di dati strutturati, relativi a modelli ed elaborati digitali;
  • un’infrastruttura cloud regolata da sistemi di sicurezza per l’accesso;
  • una struttura accessibile secondo regole prestabilite da parte dei vari attori che vengono coinvolti nel processo con la definizione puntuale di ruoli e responsabilità.

usBIM.platform è la prima ed attualmente l’unica piattaforma al mondo ad essere certificata da buildingSMART International per l’import del formato IFC.

Il formato IFC rappresenta lo standard di riferimento per lo scambio informativo dei modelli BIM; il suo uso consente di rispettare uno dei requisiti fondamentali previsti all’interno della norma tecnica poiché, trattandosi di un formato aperto, garantisce la possibilità di interrogazione ed accessibilità alle informazioni senza vincoli temporali.

Certificazione IFC BuildingSMART

Hai a disposizione un tuo spazio di lavoro su cui puoi organizzare i tuoi progetti in cloud e invitare altri tecnici a collaborare

Gestisci l'ACDat in tutte le fasi di progettazione, esecuzione e manutenzione dell’opera sfruttando opportunamente ruoli e permessi.


Per rispettare il criterio di accessibilità secondo regole prestabilite, ad ogni utente è assegnato un permesso in base al proprio ruolo. I permessi sono di quattro tipologie differenti e vanno dalla sola lettura alla piena possibilità di editing.

Come BIM Manager del progetto, organizzi l’ambiente di lavoro digitale per simulare l’organizzazione documentale ed il processo BIM facendo ricorso anche ad esempi organizzati come un ACDat prescritto dalle norme UNI.

Puoi costruire un ambiente di lavoro digitale organizzato in cartelle sfruttando opportunamente ruoli e permessi. Ogni cartella potrebbe essere l’ambiente di lavoro in cui far inizialmente lavorare in maniera indipendente i tecnici che operano sul modello architettonico, quelli che operano sul modello strutturale, quelli che lavorano sul modello impiantistico, ecc.

Puoi creare anche cartelle condivise (shared), per esempio, tra i tecnici che progettano il modello architettonico e i tecnici che progettano il modello strutturale, in modo che quando il progetto architettonico ha raggiunto un livello di sviluppo e di dettaglio appropriato possa essere comunicato agli strutturisti e si possa dare inizio alla modellazione e al calcolo della struttura.

Tutti i processi di definizione del progetto con successivi stati di coordinamento e di verifica dei documenti e dei modelli attraverso controlli di conflitti (clash detection) e controlli normativi (code checking) sono tracciati e condivisi.

I documenti verranno contrassegnati con gli attributi dello stato in cui si trovano (coordinamento, verifica, approvazione secondo la norma UNI).

Quando il progetto avrà raggiunto un grado opportuno di dettaglio e tutti i coordinamenti, le verifiche e le approvazioni saranno state eseguite, potrai pubblicare il progetto in una cartella creata ad hoc.

Puoi creare cartelle con accesso comune per condividere materiali contrattuali, normative o documenti che rappresentano una base di conoscenze condivise sul progetto e che quindi possono essere accessibili a tutti.

Puoi anche predisporre delle cartelle aperte all’apporto informativo/documentale di stakeholders esterni alla fase di progettazione, come aziende fornitrici di prodotti o materiali, di componenti edilizi (chiusure tecniche o ascensori), tecnici che si occuperanno della direzione dei lavori, ecc. Tutti questi stakeholders esterni al processo di progettazione possono apportare informazioni e materiali utili al progetto.

 

acDAT - Gestione documentale

Esempio di organizzazione documentale

 

Tutti i modelli digitali e le informazioni, i dati ed i documenti archiviati in maniera strutturata nella piattaforma costituiranno il Building Information Model, cioè il sistema informativo dell’edificio legato al suo modello 3D digitale. Alla fine della progettazione il modello BIM conserva solo i dati di progetto.

La piattaforma usBIM.platform ONE può essere usata anche per gestire il modello BIM in fase di esecuzione o di manutenzione dell’opera.

Integrazione

Sfrutti l'integrazione con i software ACCA e vivi un’esperienza di BIM management veramente unica al mondo!

Puoi salvare i file dei tuoi elaborati direttamente dai software ACCA (Edificius, PriMus, CerTus, EdiLus, TerMus, ecc.) sulla piattaforma usBIM.platform ONE scegliendo direttamente dal software desktop il progetto e la cartella su cui salvare.

Inoltre, puoi scaricare servizi specifici in abbonamento che supportano il processo BIM e consentono di condurre le attività previste da questa nuova metodologia, come la clash detection (usBIM.clash), il code checking (usBIM.code) e la programmazione dei lavori (BIM 4D con usBIM.gantt).


Infografica usBIM.platform ONE

PriMus-WEB: fai il computo usando il browser...

Con usBIM.platform ONE i file di computo in formato DCF possono essere visualizzati, editati, modificati o stampati direttamente on line sulla piattaforma grazie alle funzioni del nuovo PriMus-WEB integrato in usBIM.platform ONE.

 

Computo on line

 

Non c’è bisogno quindi di scaricare il file di computo in locale o di avere la versione desktop del software PriMus per lavorare sul file di computo salvato sul cloud.

PriMus-WEB integrato ad usBIM.platform ONE permette di fare il computo usando solo il browser, con un semplice collegamento a internet e usando liberamente la maggior parte dei dispositivi desktop o mobile.

Il file di computo può essere salvato sulla piattaforma anche per lavorare in più persone contemporaneamente su un file di PriMus; infatti, PriMus-WEB ha avanzatissime funzioni di collaborative working.

Con PriMus-WEB integrato a usBIM.platform ONE hai in tempo reale tutte le modifiche fatte dagli altri tecnici che lavorano contemporaneamente con te sul file di computo.

CerTus-WEB: visualizzi, editi, modifichi e stampi i piani di sicurezza on line

Grazie all’integrazione in usBIM.platform ONE del nuovo software CerTus-WEB puoi visualizzare, editare, modificare o stampare direttamente on line i piani di sicurezza.

 

Piani di sicurezza on line

 

Non c’è bisogno quindi di scaricare il file del piano in locale o di avere la versione desktop del software CerTus per lavorare sul file del piano salvato su usBIM.platform ONE.

CerTus-WEB integrato ad usBIM.platform ONE permette di lavorare su ogni fase del piano di sicurezza modificando o aggiungendo lavoratori, attrezzi, macchinari, rischi, prevenzioni, ecc.. Si usa solo il browser, con un semplice collegamento a internet e si possono usare liberamente la maggior parte dei dispositivi desktop o mobile.

Il file del piano può essere salvato sulla piattaforma anche per lavorare in più persone contemporaneamente su un file di CerTus, infatti, con CerTus-WEB hai funzioni di collaborative working e vedi in real time le modifiche fatte dagli altri tecnici che lavorano contemporaneamente con te sul piano di sicurezza.

usBIM.browser

Gestisci il modello BIM in formato aperto IFC sia on line che su desktop

Insieme alla piattaforma collaborativa usBIM.platform ONE sono disponibili due software -  usBIM.viewer+ e usBIM.browser  - che consentono una gestione del modello BIM in formato aperto IFC sia da internet che da desktop.


Con usBIMviewer+ puoi visualizzare il modello BIM, modificarne i dati, aggiungere oggetti, federare più modelli IFC senza essere dotato di un software di BIM Authoring quale Edificius, Revit, Allplan, ArchiCAD, VectorWorks o altri.

 

Federazione modelli (usBIM.browser)

Federazione di modelli (architettonico e strutturla)

 

Tramite usBIM.browser crei link tra modello digitale BIM in formato IFC e informazioni o documentazione presente in piattaforma o con materiale proveniente dall’esterno.

usBIM.platform ONE permette, quindi, di navigare il modello BIM in formato IFC singoli o federati da qualsiasi dispositivo connesso ad internet, ma anche di visualizzare tavole grafiche e materiale informativo aggiuntivo linkato ai modelli.

In questo modo il modello digitale diventa il luogo della geolocalizzazione delle informazioni e dei dati condivisi nell’ACDat.

 

Visualizzazione sezione modelli (usBIM.browser)

Visualizzazione di una sezione di modello

 

L’uso del formato IFC preserva la fruizione dell’informazione nel tempo: non sei vincolato al mantenimento di licenze né all’aggiornamento delle versioni dei software di BIM authoring che hanno generato i modelli. Puoi aggiornare il BIM durante qualsiasi fase del processo di realizzazione o manutenzione dell’opera.

HashtagBIM

#TagBIM: rendi intelligenti e reperibili le informazioni gestite nel modello

usBIM.platform ONE consente di operare tramite un particolare operatore chiamato #TagBIM che serve ad evidenziare particolari dati o informazioni che si vogliono mettere in evidenza tra tutti quelli archiviati nella piattaforma.


Grazie a funzioni avanzate di ricerca degli #TagBIM usati nell’archiviazione di documenti e dati sulla piattaforma è sempre possibile ritrovare facilmente le informazioni che interessano tra le tante archiviate durante la progettazione, l’esecuzione o la manutenzione dell’opera.

 

#tagBIM: settaggio

Settaggio del #TagBIM

 

Gli #TagBIM possono essere usati - per esempio nel caso di una relazione geotecnica - per evidenziare valori di portanza del terreno o dell’angolo di attrito dello stesso. Altri operatori come gli strutturisti o i responsabili della sicurezza potranno velocemente reperire questi dati d’interesse senza entrare in tutti i dettagli del documento.

Si possono usare #TagBIM nelle entità del modello BIM in formato IFC per dare le caratteristiche dei materiali da usare nella costruzione e quindi per selezionare opportunamente le voci di elenco prezzi con cui fare il computo metrico.

Se la voce del prezzario contiene valori evidenziati con lo stesso #TagBIM il match tra scelta del progettista e voce di elenco prezzi selezionata da chi è deputato a fare il computo avviene in maniera certa ed automatica. Niente più errori e perdite di tempo!

Si possono usare #TagBIM anche per categorizzare e ritrovare facilmente documenti, indicando opportunamente l’autore, la tipologia di documento, l’ambiente di progettazione, ecc.

 

#tagBIM: settaggio

Esempio di categorizzazione

 

Insomma gli #TagBIM sono un modo per rendere intelligenti e reperibili le informazioni, i documenti ed i dati e per gestire processi complessi in maniera sempre più semplice. Il valore diventa chiave di ricerca o filtro selezione per dati, documenti o per entità presenti nel modello.

Direzione Lavori

Dal BIM al PIM e all’AIM: con PriMus-PLATFORM convogli i dati dal cantiere nell'ACDat

Il D.M. 49/2018 ha sancito l’obbligo di ricorrere a strumenti elettronici specifici, ossia a piattaforme interoperabili a mezzo di formati aperti, per la direzione dei lavori.

La prescrizione soddisfa anche la necessità prevista da una gestione BIM oriented di aggiornare i modelli di progetto in modelli as-built, ovvero sistemi in grado di arricchirsi di tutti gli aspetti riguardanti l’esecuzione dell’opera, dalla consegna al collaudo.


All’interno di ogni progetto definito in usBIM.platform ONE si ritrova una sezione dedicata all’esecuzione dei lavori direttamente in connessione con il cantiere gestito con PriMus-PLATFORM.

In questa sezione sono disponibili tutte le informazioni caricate all’interno del giornale dei lavori, dalle osservazioni al materiale fotografico ed alle risorse.

Ognuna di queste informazioni contribuisce ad arricchire il patrimonio informativo di ogni singola entità del modello o a cambiare le caratteristiche del modello BIM portandolo dallo stato in cui si trova alla fine della progettazione (Project Information Model) allo stato in cui si trova alla fine dell’esecuzione (Asset Information Model).

  • Monitoraggio Cantieri
  • Monitoraggio Cantieri - Cruscotto
  • Monitoraggio Cantieri - Mappe GIS
  • Monitoraggio Cantieri - Grafici
Offerta -20%